IL BISCOTTO DELLA FELICITA' DELL'AZIENDA DOLCIARIA LAZZARONI, IL FUTURO E' 4.0

Pubblicazione: 28 novembre 2017 alle ore 13:44

di

ISOLA DEL GRAN SASSO - L'azienda dolciaria Lazzaroni lancia un progetto del valore di 30 milioni trasformando il biscottificio di Isola del Gran Sasso (Teramo) in una industria intelligente 4.0 del "Biscotto della felicità". 

Accanto al preesistente stabilimento di 17 mila metri quadrati, infatti, sorge un nuovo stabilimento di 13 mila metri quadrati e la verde collina che circonda l’azienda tornerà ad essere luogo di coltivazione ed allevamento .

“Il progetto - dichiara Domenico Iannamico, amministratore unico di Lazzaroni - è di investire in ricerca e sviluppo una parte fondamentale dei piani in investimento previsti per il triennio 2018/2020 intesi come ricerca che andrà sviluppata su 17 ettari di terreno che circoscrivono lo stabilimento ubicato alle falde del Gran Sasso. Su questi terreni verranno sperimentate delle colture di materie prime che saranno utilizzate dei laboratori di ricerca e sviluppo per la realizzazione di prodotti sì innovativi ma con materie prime tradizionali”. 

“Una sperimentazione a chilometro zero - continua Iannamico - con recupero della filiera e recupero del seme antico al fine di garantirne l’inserimento nel ciclo produttivo industriale. Metteremo a punto una ricetta per la nascita di un nuovo prodotto Lazzaroni che identifichiamo come 'Biscotto della felicità'. Felicità, perché è inserito in un programma sociale e l’attenzione nel sociale di Lazzaroni nella storia è sempre stata un fulcro dell’azienda. Sin dai primi del Novecento verso consumatori con esigenze diverse con prodotti come il Nutritivo Avena, i Biscotti Tapioca e il Biscotto Vermifugo. Oggi ci riproponiamo con prodotti per particolari esigenze di alimentazione con la linea del free from ovvero i biscotti senza glutine, senza zucchero, eccetera”.

Per Cinzia Turli, responsabile della comunicazione, la “Lazzaroni 4.0 significa rinnovamento del processo e del prodotto inteso come recupero del luogo dove siamo. Si sta evolvendo nell’azienda un progetto di fabbrica intelligente e la compensazione all’automatismo avverrà attraverso il recupero del bacino umano ed ambientale che circonda la Lazzaroni. Diciassette ettari di terreno, chiamiamola una Collina Lazzaroni, che verranno sezionati in piccoli appezzamenti e affidati ad abitanti della zona che avranno volontà di coltivare ed allevare e saranno monitorati da dei ricercatori e studenti della facoltà di veterinaria e scienze e tecnologie alimentari nonché psicologia e biologia applicata che lavoreranno in modo specifico sull’analisi dei processi di ossidazione del sangue perché dovrebbe riscontrarsi un abbassamento dei livelli proprio in seguito all’agroterapia con un lavoro psicologico a sostegno del progetto sociale”.

Sono attualmente circa 250 i lavoratori della Lazzaroni, 100 nella sede di Pretoro (Chieti) e 150 ad Isola del Gran Sasso. 

Quello di Isola è un territorio particolarmente segnato dalle avversità, come sottolinea Anelide Francia, assessore alle Politiche sociali di Isola del Gran Sasso, “perché il territorio ha bisogno di stimoli .Abbiamo accolto con soddisfazione l’iniziativa della Lazzaroni, la nostra è una comunità ferita ma che guarda avanti e vuole rinascere. Il nostro territorio è stato recentemente provato dagli avversi eventi ambientali come il sisma e le nevicate ma che già prima soffriva di un lento ma inesorabile spopolamento accentuatosi negli ultimi tempi. La Lazzaroni per noi non produce soltanto biscotti ma produce posti di lavoro e cultura”.

In qualità di umanista di azienda, Cinzia Turli sottolinea il “valore della felicità racchiusa simbolicamente nel Biscotto della Felicità. La nostra è una sfida, siamo convinti che servano distese immense e prati verdi in cui possibilmente ci si sia sporcata la mano uno di noi dell’azienda, lo stesso luogo in cui il lavoratore sente di stare mentre è alla scrivania o lavora alla linea. Siamo certi ci sia una relazione tra l’attenzione e la cura sul capitale interno ed estero all’azienda ed un miglioramento del capitale economico in termini di fatturato”. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE



ACCADEMIA DELLE SCIENZE D’ABRUZZO, EVENTO A MONTESILVANO
SU AMBIENTE, SALUTE E MONDO PRODUTTIVO
CON LIBRI E TAVOLE ROTONDE

Diretta video venerdi 15 dicembre, a partire dalle ore 17.00


 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui