IMMIGRAZIONE, DOCUMENTARIO
A VASTO SU CENTRI ACCOGLIENZA
''ECCO COME SI MUORE DI CIE''

Pubblicazione: 12 giugno 2017 alle ore 11:29

VASTO - Venerdì 16 giugno alle 21 nella sede dell'Arci-Bottega Mondo Alegre di Vasto (Chieti), in Corso Plebiscito 77, di fronte al Teatro Rossetti), verrà presentato il report della campagna "Morti di Cie". 

"Una serata per documentarci e riflettere - si legge in una nota - mettendoci dalla parte delle vittime, dei più deboli, della gestione dei flussi migratori nel nostro Paese e della realtà - al di là della propaganda di alcuni parti politiche - sulle condizioni all'interno dei centri nati con le leggi Turco-Napolitano (1998) e Bossi-Fini (2002) e i decreti sicurezza di Maroni (2009). 

Da quando nel 1998 venne istituito il primo Cpt in Italia - prosegue la nota - ci sono stati oltre venti casi di decesso all'interno delle strutture di detenzione per migranti giuridicamente irregolari. Sono stati quasi tutti taciuti o mandati nel dimenticatoio della memoria statale così da lasciare posto alla "sicurezza nazionale". 

Con l'inchiesta "Morti di Cie - Storie di ordinaria detenzione amministrativa" ( http://www.mortidicie.org ) abbiamo cercato di ridare un nome e una storia a tutte quelle vittime rinchiuse all'interno delle prigioni per migranti. 

"Fin quando ci saranno queste istituzioni totali che rinchiudono, coprono e si autoassolvono, gli Stati continueranno a produrre vittime delle loro politiche detentive. Non rivendichiamo nessuna riforma, nessuna ipotetica democratizzazione: crediamo solo nella necessità dell'eliminazione di tutti i Cpt, Cie o Cpr!", conclude la nota. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui