• Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

IN PERMESSO PER ASSISTERE FAMILIARI ERANO
IN VACANZA, GUAI PER FURBETTI DELLA 104

Pubblicazione: 11 aprile 2018 alle ore 13:12

TERAMO - Sono stati assenti dal lavoro per oltre 1.300 giorni: per la Asl di Teramo, da cui dipendono, erano in permesso retribuito per assistere famigliari con handicap grave, ma la Finanza ha accertato che facevano ben altro, impegnati in affari personali e perfino in vacanza fuori provincia.

Sui due dipendenti dell'azienda sanitaria adesso pende la richiesta di rinvio a giudizio da parte della procura, che vuole processarli per la truffa aggravata ai danni dello Stato, e anche un sequestro preventivo per equivalente di oltre 70mila euro, eseguito dalle Fiamme Gialle.

Sono stati proprio i finanzieri della Tenenza di Nereto (Teramo) a smascherare i due impiegati infedeli.

Sono stati pedinati, filmati e su di loro sono stati condotti accertamenti incrociati attraverso anche l'esame dei Telepass autostradali: tutto facevano fuorché assistere i famigliari, come risultava invece dal congedo retribuito concesso loro dall'azienda sanitaria e previsto dalla legge in questi casi.

I due, che sono anche parenti tra di loro, sono stati fotografati in diverse situazioni legate alla sfera privata.

Attraverso testimonianze ed altri accertamenti tecnici, come anche l'esame dei tabulati telefonici e dei conti correnti bancari, è stato dimostrato come fossero impegnati in altre attività tranne quella di assistenti di pazienti affetti da grave handicap.

Tra i provvedimenti eseguiti dalla magistratura nei loro confronti, oltre alla richiesta di rinvio a giudizio, c'è anche il sequestro di una somma di oltre 70 mila euro, corrispondente al danno nei confronti dello Stato derivante dalla loro condotta illecita: secondo un calcolo fatto dagli inquirenti, infatti, ammonterebbe a 1.337 il numero di giorni in cui i due si sarebbero assentati dal lavoro per svolgere attività personali invece che di assistenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui