INCENDI: ARAGNO NON DA' TREGUA, DI NUOVO FIAMME
E A COLLELONGO IL BOSCO BRUCIA ANCORA

Pubblicazione: 09 agosto 2017 alle ore 10:32

L'AQUILA - È ripartito, nella notte, l'incendio sulla montagna di Aragno, frazione montana del comune dell'Aquila, che da ormai 8 giorni dà filo da torcere ai vigili del fuoco.

Un canadair sta effettuando lanci da stamattina e squadre da terra stanno intervendo per cercare di arginare le fiamme.

Sono tutti spenti, invece, gli incendi di Fonte Vetica, a Campo Imperatore, Assergi e Santi di Preturo.

Brucia ancora, invece, il bosco tra Collelongo e Trasacco, dove è in azione un mezzo aereo dei vigili del fuoco.

Il rogo, che ieri ha visto impegnati fino a tre canadair, ha comportato la chiusura per alcune ore dell'autostrada A24, nel tratto compreso tra i caselli di Vicovaro-Mandela e Carsoli Oricola.

Un elicottero, infine, è ancora impegnato sul monte Siella, versante pescarese del Gran Sasso, nel territorio comunale di Farindola, subito sopra Rigopiano, dove il vento ha spinto le fiamme dell'incendio divampato sabato a Fonte Vetica. L'area è particolarmente impervia e irraggiungibile da squadre da terra. (m.sig.)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui