INDENNITA' GUARDIE MEDICHE: FEBBO, ''MEDICI PAGANO IMMOBILISMO REGIONE''

Pubblicazione: 22 maggio 2018 alle ore 10:55

Mauro Febbo

L'AQUILA - "Dall'esecutivo regionale e dall'assessore Silvio Paolucci ci saremmo aspettati un atteggiamento completamente diverso sul problema inerente le indennità di rischio percepite dalle Guardie mediche. Infatti, sono stati completamente disattesi sia gli impegni assunti attraverso la risoluzione approvata unanimemente in Consiglio regionale, ad ottobre scorso, sia le aspettative dei medici che dopo mesi non hanno avuto nessuna risposta concreta nonostante le rassicurazioni avute da Luciano D'Alfonso in una riunione poco prima delle elezioni".

Questo il commento del consigliere regionale di Forza Italia, Mauro Febbo.

"Adesso, come annunciato in più occasioni, sui dottori che prestano presso le Guardie mediche arrivano gli effetti immediati della Delibera di Giunta approvata il 18 luglio 2017 che prevede la restituzione entro il 30 giugno di ingenti somme alle Asl di appartenenza. Questi sono i risultati della programmazione del Governo regionale, oggi incapace di risolvere problematiche inerenti un settore importate come la sanità territoriale".

"Ricordo che ci sono Regioni, come Calabria, Basilicata e Lazio che hanno approvato, a seguito della segnalazione della Corte dei Conti, provvedimenti diversi come la decisione di congelare le indennità senza richiedere le somme indietro".

"Per l'ennesima volta, nonostante le promesse di D'Alfonso e Paolucci, sono prevalse la burocrazia, l'inefficienza e l'inadeguatezza di questo esecutivo".

"Pertanto - conclude Febbo - sarà mia premura riportare l'argomento all'attenzione della Commissione Vigilanza dove vaglieremo tutte le azioni da intraprendere per difendere un diritto acquisito dei medici previsto nell'accordo sindacale regionale del 2008 affinché venga tutelato un settore oggi pienamente penalizzato".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

ASL CHIEDONO INDIETRO INDENNITA' RISCHIO, RABBIA GUARDIE MEDICHE, ''NON PAGHIAMO!''

di Filippo Tronca
PESCARA - "Su una cosa siamo uniti e compatti: noi non pagheremo!" Una miscela di rabbia e determinazione, traspare dalle parole di Antonella Ferrati, una delle circa 500 guardie mediche abruzzesi, pronte alla mobilitazione perché in questi... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui