INTERNET FESTIVAL DI PISA 2017: DALL'AQUILA GIACOMO
TAFFO CHIAMATO A SVELARE IL SEGRETO DEL MARKETING

Pubblicazione: 05 ottobre 2017 alle ore 20:45

Giacomo Taffo
di

L’AQUILA - Ironia, capacità comunicative innate, coraggio nel rompere completamente i classici schemi e oltre 50 mila follower sui social; sono questi gli elementi che hanno portato il giovane imprenditore aquilano nel settore funerario, Giacomo Taffo, ad essere chiamato tra i protagonisti dell’Internet Festival 2017 di Pisa.

Al centro della manifestazione, che si concluderà l’8 settembre, i grandi trend che stanno guidando l’innovazione in questi anni, tra questi spicca la storia del giovane aquilano, che “quasi senza volerlo” è diventato tra i più twittati dei social, con la pagina ufficiale dell’impresa funebre di cui è titolare, seguita da oltre 50 mila utenti.

“Per me sarà un vero onore salire sul palco insieme a ‘Casa Surace’ - spiega ad AbruzzoWeb Taffo - stavano cercando esempi concreti di come un’azienda possa auto-pubblicizzarsi, facendolo in modo funzionale e senza poter mettere scuse di alcun tipo. Hanno scelto me e sarò fiero di portare L’Aquila con me a Pisa”.

A volere fortemente la sua presenza, il presidente del festival, un ulteriore motivo di soddisfazione per il giovane aquilano, fiero di poter, in qualche modo, rappresentare L’Aquila a un evento a livello nazionale. “Il fatto che io sia stato invitato perché richiesto personalmente dal presidente, per me è un motivo d’orgoglio veramente molto grande - aggiunge - sono quello che di marketing a livello teorico, probabilmente ne sa di meno di tutti, non ho studiato comunicazione e non mi servo di agenzie pubblicitarie o esperti del settore, sono un amatore ed è questo che li ha colpiti, credo”.

“Vogliono capire il segreto della mia ricetta, ma il segreto è che non esiste nessun segreto - scherza - solo fantasia  e passione per il proprio lavoro. Tra le prime pubblicità ricordo sicuramente quella che ho dedicato al ventesimo anno della trilogia di Ritorno al futuro con l’immagine di un carro somigliante alla macchina del tempo del film e la scritta: ‘non sarà la DeLorean, ma nel futuro ti ci porta lo stesso’”.

Inizialmente la gente ha risposto in maniera molto differente, ma indubbiamente le immagini e l’ironia, hanno avuto un impatto notevole sugli utenti social, fino ad arrivare a oltre 50 mila follower. “Piano piano la gente ha capito che non c’era nulla di male a fare dell’ironia in questo modo e su temi a volte anche molto sentiti”, come la campagna antifumo a cui aderì Taffo. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui