INTOSSICAZIONE DOPO CENA ETNICA,
BLITZ NAS IN RISTORANTE A CHIETI

Pubblicazione: 05 maggio 2018 alle ore 08:11

CHIETI - Quattro persone finite in ospedale per presunta intossicazione alimentare dopo la cena in un ristorante etnico. È accaduto in provincia di Chieti, nell'area metropolitana.

Nel locale sono intervenuti i Carabinieri del Nas di Pescara e il personale della Asl di Chieti che, accertate gravi carenze igienico sanitarie e documentali, stanno valutando l'adozione del provvedimento di sospensione dell'attività.

Sequestrate alcune decine di alimenti.

In particolare, Nas e Asl hanno accertato gravi carenze igienico sanitarie e strutturali nei locali per la preparazione dei pasti e su attrezzature e piani di lavoro, oltre a rilevanti carenze documentali in tema di autocontrollo aziendale e procedure di rintracciabilità degli alimenti.

Il ristoratore, inoltre, è stato sanzionato per non aver notificato all'autorità competente l'attività di produzione di prodotti ittici destinati ad essere consumati crudi, quali sushi e sashimi. Alcune decine di chilogrammi tra prodotti alimentari lavorati e materie prime ittiche, sottoposti a trattamento termico e detenute in assenza di informazioni sulla loro rintracciabilità, sono state vincolate e avviate alla distruzione.

Nei giorni scorsi i Nas hanno segnalato all'autorità sanitaria il responsabile di un altro ristorante etnico di Pescara, per aver omesso di notificare alla Asl la procedura di bonifica dei prodotti ittici destinati ad essere consumati crudi.

Decine di chili di prodotti lavorati in assenza di procedure codificate sono stati vincolati e avviati alla distruzione. In provincia dell'Aquila, inoltre, i militari e il Dipartimento di Prevenzione della Asl hanno sospeso l'attività di un ristorante etnico i cui ambienti di lavorazione sono stati giudicati in pessime condizioni igienico sanitarie.

I controlli seguono le attività ispettive eseguite dai Carabinieri del Nas di Pescara nella settore del commercio e della ristorazione etnica che, nei mesi scorsi, ha portato alla chiusura di due imprese alimentari e al sequestro di oltre 380 chilogrammi di prodotti alimentari, di origine animale e vegetale, che per modalità di lavorazione, produzione e detenzione avrebbero potuto costituire un pericolo per la salute pubblica.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui