DEPUTATO ABRUZZESE FI SCRIVE A SOTTOSEGRETARIO: ''SIGILLO RINASCITA
TERRITORIO SEGNATO DA TERREMOTO 2009''. DE MATTEIS: ''PROPOSTA ASSURDA''

L’AQUILA CANDIDATA OLIMPIADI INVERNALI
2026: MARTINO LANCIA PROPOSTA A GIORGETTI

Pubblicazione: 10 luglio 2018 alle ore 14:17

L’AQUILA - "L’Aquila candidata per le Olimpiadi invernali del 2026 per il rilancio definitivo di una città e di un territorio segnati da un drammatico terremoto che nel 2009 ha commosso il mondo intero, attivando una vera e propria gara di solidarietà e sostegno. Sarebbe un messaggio di grande valore sportivo, politico e sociale, nel rispetto delle indicazioni date dal Governo al Coni”.

È questa la proposta formulata in una lettera inviata al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti dal deputato di Forza Italia Antonio Martino, eletto nel collegio provinciale dell’Aquila. Il capogruppo azzurro nella commissione Finanze e Tesoro irrompe con una candidatura “strategica, sensata ed innovativa” nell’ambito del dibattito nazionale in atto sulle candidature presentate da Torino, Milano e Cortina.

Il giorno dopo la lettera inviata dall'azzurro, il capogruppo di Fdi in Consiglio comunale all'Aquila, Giorgio De Matteis, bolla come assurda questa proposta, invitando Martino a fare meno "voli pindalici" e ad affrontare i "problemi concreti del territorio".

Martino scrive all’importante uomo di governo leghista dopo che quest’ultimo ha sottolineato che “il Governo darà sostegno alla candidatura italiana” invitando però il Coni e il suo presidente, Giovanni Malagò, a fare scelte condivise che valutino prioritariamente il contenimento dei costi.

“La candidatura dell’Aquila si sposa perfettamente con la filosofia indicata dal Governo del Cambiamento nel quale ha un ruolo determinante la Lega, nostro alleato nella coalizione di centrodestra - spiega ancora il 42enne imprenditore abruzzese alla prima esperienza in Parlamento -. L’Aquila e il suo comprensorio sono nel pieno della ricostruzione post terremoto, parliamo già di 15 miliardi di euro investiti dal Paese, può contare su stazioni invernali all’avanguardia, nei prossimi anni l’azione di rilancio entrerà nel vivo quindi lo svolgimento delle Olimpiadi invernali potrebbe rappresentare il sigillo alla Rinascita. Vogliamo sapere dal sottosegretario Giorgetti, perché no L’Aquila? Naturalmente, tutto ciò, senza nulla togliere alle autorevolissime candidature di Milano, Torino e Cortina”,  chiarisce Martino.

Il parlamentare abruzzese conclude ricordando che “nel 2009, subito dopo il sisma del 6 aprile, il presidente Silvio Berlusconi, allora premier, non esitò a spostare dalla Maddalena, dove i lavori erano in stato avanzato, all’Aquila la sede del G8, un’azione che produsse un grande beneficio e ritorni economici e di immagine per un territorio in ginocchio per il drammatico evento”.

Nei giorni scorsi Martino ha incontrato gli operatori degli impianti sciistici abruzzesi per valutare la fattiblilità immediata dell'introduzione dello skipass unico, per tutte le piste, sul fortunato modello delle Dolomiti, che consenta anche di accedere alle località di mare, con l'ombrellone prenotato, e di godere di convenzioni per entrare nei musei, di fruire di una pluralità di servizi, mettendo così a sistema tutte le potenzialità del territorio, 365 giorni l'anno.

LA NOTA CONCRETA DI GIORGIO DE MATTEIS

"Davvero un’idea fantastica quella dell’onorevole Antonio Martino di Forza Italia sulle Olimpiadi Invernali del 2026 all’Aquila. Un’iniziativa straordinaria, degna di ammirazione. Gli suggerisco anche di lavorare per l’organizzazione in città e in Abruzzo dei mondiali di calcio del 2030 e delle Olimpiadi estive del 2032". 

È quanto dichiara Giorgio De Matteis, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale all'Aquila, in risposta alla proposta, lanciata dal deputato abruzzese.

"Mi domando come si possano lanciare delle ipotesi così assurde, con il grave peccato di dimenticarsi delle esigenze primarie di un territorio, che peraltro è quello che lo ha eletto - aggiuinge De Matteis - Un evento di quella portata sarebbe straordinario: se ne rendono conto tutti. Ma si è chiesto l’onorevole quale sia la mole pazzesca della parte organizzativa da mettere in campo, quali i costi da sostenere e quali le strutture da allestire, e non solo di carattere sportivo". 

"Il presidente del Coni, Malagò, ha ristretto la cerchia delle città italiane candidate a ospitare la manifestazione invernale 2026 dei Cinque Cerchi a Torino, Milano e Cortina. Tre città che, vuoi per aver già ospitato la rassegna olimpica, vuoi per essere un territorio dalle conclamate possibilità di reggere lo sforzo di un evento del genere, hanno certamente le carte in regola per ospitare le Olimpiadi invernali", prosegue. 

"Martino ha un dovere preciso nei confronti della popolazione del territorio che lo ha mandato sugli scranni di Montecitorio: affrontare e risolvere i problemi concreti, predisporre iniziative fattibili nell’interesse dell’Aquila, adoperarsi per migliorarne la qualità della vita. La questione delle tasse da restituire che finiranno per strangolare le imprese se non si interviene a dovere, la ricostruzione pubblica e privata da sostenere con fondi certi e con programmi reali", spiega ancora il consigliere di Fdi.

Inoltre, "perché non interviene sulle regioni Lazio e Marche, i cui presidenti devono approvare il piano di sviluppo del Parco Gran Sasso, avendo due Comuni a testa ricadenti nel territorio del Parco stesso. Si sbloccherebbero i milioni necessari e già pronti per uno sviluppo vero, serio, concreto e reale. Su questi e altri temi di interesse per l’Aquilano vogliamo vedere impegnato Martino. I voli pindarici verso il nulla producono ben poco", conclude.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

OLIMPIADI INVERNALI A L'AQUILA: DE MATTEIS, ''PROPOSTA ASSURDA DI MARTINO''

L'AQUILA - "Davvero un’idea fantastica quella dell’onorevole Antonio Martino di Forza Italia sulle Olimpiadi Invernali del 2026 all’Aquila. Un’iniziativa straordinaria, degna di ammirazione. Gli suggerisco anche di lavorare per l’organizzazione in città e in Abruzzo dei... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui