IL 13 MAGGIO LA TAPPA PESCO SANNITA-CAMPO IMPERATORE, IL 14 PAUSA CON
RICORDO DELLE VITTIME DI RIGOPIANO, IL 15 LA TAPPA PENNE-GUALDO TADINO

L'ABRUZZO SI TINGE DI ROSA: CRESCE L'ATTESA
PER GIRO D'ITALIA CON ARRIVO SUL GRAN SASSO

Pubblicazione: 11 maggio 2018 alle ore 15:54

L'AQUILA - L'Abruzzo si tinge di rosa: il giro d'Italia si appresta a salutare, ancora una volta, il Gran Sasso approdando a Campo Imperatore il prossimo 13 maggio. L'arrivo della carovana rosa, nella 101° edizione del Giro, è previsto per le 17.30. 

Una nona tappa accarezzata da un vento di amarcord: nell'immaginario collettivo sono ancora scolpiti gli attimi che portarono alla vittoria l'immortale Marco Pantani nel 1999. Quel giorno il campione tragicamente e prematuramente scomparso percorse i 26 chilometri tra Fonte Cerreto e Campo Imperatore in 53 minuti e 50 secondi, superando i 1371 metri di dislivello alla media di oltre 29 chilometri orari, staccando tutti gli avversari. E il tratto di strada che da Fonte Cerreto conduce a Campo Imperatore è diventato la "Salita Marco Pantani".

In moto la macchina organizzativa. Dopo il sopralluogo dei responsabili di gara e del Comune, si stanno studiando le misure operative per garantire la massima riuscita della manifestazione. L'accesso sul piazzale di Campo Imperatore sarà interdetto, riservato esclusivamente agli organizzatori. A partire dalle 18 ci sarà il deflusso della gente salita in funivia. Si prospettano ore e ore di attesa in quanto l'impianto ha una capienza massima di 100 persone a viaggio e in un'ora possono essere trasportate non più di 500 persone. Previste circa 3 mila presenze. Con molta probabilità, quindi, resterà in funzione fino a tarda sera.

L'attesa nona tappa partirà da Pesco Sannita (Benevento) per approdare sulla vetta cara al "pirata". 

"Un’opportunità incredibile per il territorio che avrà una visibilità di livello mondiale, quale è quella del Giro, e che rappresenta un’occasioni unica per poter mettere l’Abruzzo in vetrina", ha detto l'assessore regionale al Turismo Giorgio D'Ignazio.

Una tappa molto lunga e mossa caratterizzata soprattutto dalla lunghissima ascesa finale. Montagna Pantani il Gran Sasso, Campo Imperatore, è una salita interminabile di quasi 45 chilometri spezzata da un falsopiano centrale tale che saranno aggiudicati un Gpm (Gran premio della montagna) a Calascio (primi 15 chilometri circa) e uno all'arrivo. Gli ultimi 7 chilometri in forte ascesa. Si superano i 2000 metri su una strada di media ampiezza con alcuni tornanti e pendenza attorno al 9 per cento con picco massimo del 13 per cento. Ultimo rettilineo di 120 metri in asfalto con linea di arrivo larga 6 metri.

Questi i comuni attraversati dalla nona tappa: Castel di Sangro, Scontrone, Roccaraso, Rivisondoli, Rocca Pia, Pettorano sul Gizio, Sulmona, Pratola Peligna, Roccacasale, Corfinio, Capestrano, Ofena, Calascio, Santo Stefano di Sessanio, Carapelle Calvisio, L'Aquila.

Il giorno successivo ci sarà una giornata di riposo. Si riparte il 15 maggio da Penne (Pescara), per la decima tappa Penne - Gualdo Tadino (PG) di 239 chilometri, con passaggio nei pressi dell'hotel Rigopiano e omaggio alle 29 vittime della valanga che 18 gennaio 2017 spazzò via il resort.

"Quel giorno - ha spiegato Maurizio Formichetti, referente abruzzese della Rcs-Gazzetta dello Sport - saliremo a Rigopiano di Farindola con i parenti delle vittime per un momento privato dedicato al ricordo delle persone scomparse. Un’iniziativa fortemente voluta dal direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni. Riportare poi dopo tutti questi anni a Campo Imperatore il Giro d’Italia è una grande occasione per tutti noi". 

E poi ci sono le tante iniziative che animeranno Penne in attesa del Giro. A cominciare dalla "Notte Rosa" nel centro storico che colorerà le vie di rosa con intrattenimento di vario genere. Musica, animazione di strada, artigianato, laboratori, teatro ed enogastronomia saranno i temi portanti della serata. 

E L'Aquila si tinge di rosa: per la giornata di domenica diversi monumenti della città si illumineranno per salutare il Giro. Della Fontana Luminosa, alla Fontana delle 99 cannelle e la Basilica di Collemaggio. 

Intanto la Prefettura dell'Aquila ha emesso un'ordinanza di sospensione del traffico, nei tratti interessati dalla gara. "È vietato il transito di qualsiasi veicolo non al seguito della gara, in entrambi i sensi di marcia del tratto interessato dal transito dei concorrenti. È fatto divieto a tutti i veicoli di immettersi nel percorso interessato dal transito dei concorrenti. È fatto obbligo a tutti i veicoli provenienti da strade o da aree che intersecano ovvero che si immettono su quella interessata dal transito dei concorrenti di arrestarsi prima di impegnarla rispettando le segnalazioni manuali o luminose degli organi preposti alla vigilanza o del personale dell'organizzazione; È fatto obbligo ai conducenti di veicoli ed ai pedoni di non attraversare la strada".

Le piazze e le strade interessate sono: piazzale Simoncelli; strade di accesso della S.S. 17 bis al piazzale Simoncelli; piazzale Fonte Cerreto (adiacente S.S. 17 bis); piazzale ubicato alla base della funivia; Strada di collegamento tra il piazzale Fonte Cerreto ed il piazzale alla base della funivia; S.S. 17 bis (tratto località Fonte Cerreto) dal segnale Fonte Cerreto al Nido dell'Aquila; piazzale Campo Imperatore (antistante arrivo funivia).

L'organizzazione predisporrà un idoneo servizio e, dove necessario, una specifica segnaletica in corrispondenza delle intersezioni stradali che interessano il transito della corsa in modo da informare gli utenti per tempo. Verrà predisposta idonea segnaletica per le deviazioni del traffico.

Gli organizzatori, prima dello svolgimento della competizione dovranno effettuare una ricognizione completa del percorso, al fine di verificarne la rispondenza alle esigenze della competizione stessa e provvedere, eventualmente, alla bonifica dello stesso da materiali o ostacoli (cassonetti, cantieri edili ecc.) che potrebbero intralciare il percorso degli atleti e, dove necessario, alla illuminazione delle gallerie.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

''PECOROSA'': SANTO STEFANO DI SESSANIO SALUTA IL GIRO CON GREGGE DI PECORE

SANTO STEFANO DI SESSANIO - Un gregge di pecore rosa saluterà i ciclisti del Giro d'Italia durante il loro passaggio nel borgo di Santo Stefano di Sessanio (L'Aquila), durante la mattinata di domenica 13 maggio. "Pecorosa", così... (continua)

GIRO D'ITALIA: SULMONA PRONTA AD ACCOGLIERE LA CAROVANA ROSA

SULMONA - Sulmona saluta il Giro d’Italia: domenica 13 Maggio la carovana rosa attraverserà le strade della città per la nona tappa Pesco Sannita-Campo Imperatore.  La corsa, proveniente dalla Statale 17, percorrerà viale Giuseppe Mazzini, via Trieste... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui