L'AQUILA: 25 MILA EURO PER RIABILITAZIONE POST ONCOLOGICA DOMICILIARE

Pubblicazione: 26 settembre 2017 alle ore 15:11

Un momento della conferenza

L’AQUILA - Fisioterapia riabilitativa per le donne sottoposte a intervento chirurgico per carcinoma mammario gratuita e direttamente a casa delle pazienti finanziata grazie a 25 mila euro della ormai liquidata fondazione “Abruzzo risorge” onlus, creata dopo il terremoto del 2009 per iniziative solidali.

Questo il cuore del progetto “Riabilitazione al femminile”, del quale oggi, nel corso di un incontro con la stampa, è stato firmato il protocollo d’intesa tra la onlus L’Aquila per la vita e l’azienda sanitaria provinciale numero 1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila.

Presenti il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, il presidente della onlus, Giorgio Paravano, e il manager aziendale, Rinaldo Tordera, che hanno sottoscritto il documento.

“Sono soddisfatto della firma del protocollo d'intesa - ha affermato Di Pangrazio - grazie all’economie derivanti dalla chiusura della fondazione Abruzzo risorge onlus”.

“Siamo riusciti a finanziare un progetto di primaria importanza per le donne che hanno subito interventi chirurgici per carcinoma mammario”, ha aggiunto.

“Ritengo L’Aquila per la vita una delle realtà più importanti della città, ma questa esperienza sarà replicata in altre forme nella provincia dell'Aquila”, ha assicurato Tordera. Alla fine, il manager non ha voluto essere intervistato in video da AbruzzoWeb.

Paravano, infine, ha ringraziato dirigenti e tecnici della Regione “che hanno azzannato la burocrazia come pitbull riportando a casa il risultato, dopo che si erano creati inghippi burocratici a Roma”, in particolare il rallentamento della pratica per una serie di trasferimenti di figure dirigenziali al ministero del Lavoro.

Presenti anche il dottor Alberto Bafile, direttore del reparto di Senologia dell’ospedale “San Salvatore” dell’Aquila, il professore Edoardo Alesse, direttore del dipartimento di Scienze cliniche applicate e biotecnologie (Discab) dell’Università dell’Aquila, i coordinatori del progetto professor Franco Marinangeli, direttore del reparto di Anestesia e rianimazione dell’ospedale San Salvatore e la dottoressa Federica Aielli, oncologa, ricercatrice presso il Discab.

In 6 anni la fondazione “Abruzzo risorge” ha distribuito quasi 2 milioni di euro di donazioni in vari progetti.

Nel 2015 la chiusura, avendo esaurito lo scopo, fino alla decisione di dividere in tre parti uguali gli ultimi 75 mila euro rimasti in cassa.

Oltre all’Aquila per la vita, a ricevere un assegno da 25 mila ciascuna saranno le associazioni Fraterna Tau, che gestisce una mensa per i poveri e accoglienza migranti, e Abitare insieme, che offre servizi per disabili. (alb.or.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui