L'AQUILA: A PALAZZO ALESSANDRI LE DISSACRANTI OPERE DI CLAUDIO MARCHIONE

Pubblicazione: 02 settembre 2017 alle ore 11:47

Una delle opere di Claudio Marchione

L’AQUILA – Pulcinella che spunta da palazzo Margherita, sede storica del Comune ancora non ricostruita, è il paradigma di una città, che Claudio Marchione raffigura nelle sue opere esposte nel cortile di palazzo Alessandri, delle famiglie Lopardi e Natellis, lungo corso Vittorio Emanuele, all’Aquila.

Attore di talento, conosciuto per lo più per aver calcato il palcoscenico per una vita, Marchione coltiva da sempre, non senza successo, anche la passione per l’arte figurativa.

Dal 1979 ha lavorato con compagnie primarie, con registi quali Trionfo, Navello, Guardamagna, Mauri, Salveti, Manfrè, Calenda.

È sempre rimasto legato a questa città e da questo rapporto sono nate alcune mostre pittoriche, l’ultima delle quali è allestita proprio in questi giorni.

Una serie di pannelli propongono una rappresentazione naif, non senza contenuti a sfondo socio-politico, delle piante urbane storiche della città, come quella celebre di Antonio Francesco Vandi, risalente al 1753. (m.sig.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui