• Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

L'AQUILA: ABUSI SU NIPOTINA,
NONNO ''ORCO'' IN CELLA DOPO SENTENZA

Pubblicazione: 05 dicembre 2018 alle ore 17:20

di

L'AQUILA - È stato prelevato dalla sua abitazione e trasferito al carcere delle Costarelle di Preturo, dopo la sentenza emessa ieri dalla Cassazione, il nonno "orco" che è stato riconosciuto colpevole di aver abusato della nipotina.

Il terzo grado di giudizio è arrivato al termine di una lunga vicenda giudiziaria iniziata con il rinvio a giudizio dell'uomo nel settembre del 2014.

I fatti risalgono ad un periodo compreso tra il 2011 e il 2013, quando la bimba aveva tra i 7 e i 9 anni, e sono avvenuti in casa dell'uomo, un 76enne dell'Aquila che vive in una frazione del capoluogo.

Un ruolo determinante, nel corso del processo, lo ha svolto anche il fatto che l'anziano è nonno putativo della bimba, senza dunque rapporti di sangue con la piccola: un aspetto che, insieme ad altri, ha convinto i giudici della veridicità della testimonianza della vittima.

L'uomo è stato difeso dall'avvocato Vincenzo Calderoni, le parti civili dagli avvocati Francesco Valentini e Ferdinando Paone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui