L'ASSESSORE CAPRI: ''ULTIME AUTORIZZAZIONI, CE LA FAREMO A OGNI COSTO''

L'AQUILA: APRE LO STADIO DI ACQUASANTA,
DOMENICA IL MOMENTO ATTESO TRENT'ANNI

Pubblicazione: 29 agosto 2016 alle ore 13:13

Le tribune dello Stadio Gran Sasso d'Italia dell'Aquila
di

L’AQUILA - Dopo trent’anni di attesa il momento storico è giunto: salvo imprevisti, domenica prossima, 4 settembre, L’Aquila Calcio disputerà la prima partita del campionato di serie D 2015/2016 contro il Monterosi nel nuovo stadio di Acquasanta, inaugurando di fatto la struttura.

Ad anticipare in esclusiva ad AbruzzoWeb la notizia è l’assessore comunale alle Opere pubbliche Maurizio Capri, che incrocia le dita, ma si sbilancia a dire che sì, “stiamo lavorando in tutti modi per le autorizzazioni e salvo imprevisti dovremmo farcela”.

“Oggi stesso si è svolto un sopralluogo da parte della Lega nazionale dilettanti - spiega Capri - manca tutta la parte autorizzativa della questura e della commissione per la sicurezza pubblica guidata dalla prefettura. Dovrebbe essere completata in tempo anche la Scia”, la Segnalazione certificata di inizio attività.

Un apparato burocratico complesso da affrontare, ma la voglia di dare il via al torneo nella nuova “casa” dei rossoblù è talmente tanta che “si valutano situazioni che potrebbero semplificare le procedure, anche con autorizzazioni provvisorie”, ipotizza l’assessore.

Di pari passo prosegue la trattativa diplomatica tra club rossoblù e amministrazione per mettere nero su bianco la convenzione per la gestione dell’impianto.

“È a buon punto, è quasi definita - annuncia Capri - Ci sono state riunioni continue tra i dirigenti e il Comune, per domenica sarà tutto definito”.

Nelle scorse settimane si era appreso di ostacoli per l’accordo a causa di pendenze economiche ma, a quanto emerge dalle parole dell’assessore, sono stati spazzati via. Superate anche le difficoltà dell’allaccio all’impianto elettrico, “altrimenti neanche ci potevamo pensare ad aprire domenica”, conclude Capri.

Al di là del nome Acquasanta, che è la località dove si trova, lo stadio almeno per il momento resta intitolato al “Gran Sasso d’Italia”, come da delibera di Giunta comunale nel 2008 quando, però, era ancora destinato alla palla ovale prima della svolta operata nel post-terremoto, su intuizione dell'allora vice sindaco, Giampaolo Arduini, dopo che quell’impianto aveva ospitato anche una tendopoli.

Sullo stesso terreno, ora diventato in sintetico all’avanguardia, senza barriere e circondato da seggiolini rossoblù, la squadra di mister Massimo Morgia potrà cominciare la sua corsa alla riconquista del calcio professionistico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui