L'AQUILA: CALCOLO BMI E GIORNATA DI INFORMAZIONE E PREVENZIONE SULL'OBESITA'

Pubblicazione: 09 novembre 2017 alle ore 14:46

L'AQUILA - ''Obesità affrontiamola insieme'', questo il nome della giornata di informazione e prevenzione sul problema, organizzata all'Aquila dal reparto di Chirurgia generale e Laparoscopica universitaria dell'ospedale San Salvatore diretto da Gianfranco Amicucci, per domenica 12 novembre presso il centro commerciale L'Aquilone.

Durante la giornata verrà proposto, alla popolazione, il calcolo del bmi,  ovvero dell'indice della massa muscolare.

L'obesità è definita oggi come "condizione medica caratterizzata da un eccessivo accumulo di grasso corporeo che rappresenta un rischio per la salute".

Secondo i recenti dati dell’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) tra il 1980 e il 2014 la prevalenza mondiale di obesità si è raddoppiata: nel 2014, circa il 13% della popolazione adulta mondiale era obesa (di questi, 11% di uomini e 15% di donne).

In Italia il 32% degli adulti risultano essere sovrappeso, mentre l’11% sono obesi. Inoltre, solo il 5% della popolazione obesa si rivolge ad un medico, mentre il 95% si affida a diete consigliate dai media.

L’obesità è direttamente correlata all’insorgenza di gravi patologie, in particolare diabete mellito di tipo II, ipertensione arteriosa, infarto del miocardio, insufficienza respiratoria, vasculopatie, ictus, malattie articolari, alterazioni della sfera sessuale.

Recenti lavori dimostrano una correlazione tra obesità grave e patologie neoplastiche, come cancro del pancreas, colon e seno.

I costi sanitari dell’obesità e del sovrappeso sono ormai più elevati di quelli derivati da fumo, alcolismo e povertà.

In una recente ricerca del 2009 condotta dall’Università Sant’Anna di Pisa, il costo annuo stimato dell’obesità risulterebbe essere di 8,3 miliardi di euro, pari al 6,7% della spesa sanitaria pubblica.

Un indice semplice ed affidabile per determinare il grado di obesità è il body mass index (bmi), che valuta il rapporto tra peso e altezza, non tiene conto, tuttavia, della costituzione (robusto, magro, brevilineo, longilineo) e, per tale motivo, può sovrastimare la quantità di grasso di soggetti che hanno, ad esempio, una notevole massa muscolare.

Per informazioni è possibile contattare Antonio Giuliani, al numero 0862/368550, oppure per email, [email protected]



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui