L'AQUILA: CASA ATER RISTRUTTURATA DOPO IL SISMA,
LA DENUNCIA, ''IN QUATTRO MESI E' GIA' MESSA MALE''

Pubblicazione: 15 novembre 2017 alle ore 08:00

A soli 3 mesi dalla riconsegna fatiscenti le case Ater di Valle Pretara all'Aquila
di

L'AQUILA - Le hanno riconsegnato la casa solo a luglio scorso, un alloggio popolare dell'Ater in via Asmara11 all'Aquila zona Valle Pretara, dopo i lavori di ristrutturazione del terremoto del 2009.

E a distanza di soli quattro mesi mesi la signora Pasqualina Sandirocco combatte già con il problema delle infiltrazioni d'acqua, porte sconnesse, in un generale cattivo stato di manutenzione.

"Sono settimane che chiamo l'Ater ma nessuno mi ascolta - denuncia la signora ad AbruzzoWeb - e sono veramente tanto stanca. Ho 65 anni e questa situazione è indecorosa".

A causa del maltempo, tra l'altro, la donna, che abita al primo piano, si è ritrovata con l'acqua in casa e un albero inclinato che pende sul tetto.

"Tutta quest'acqua arriva in casa perché dopo i lavori hanno tolto le grondaie. I portoni di casa sono vecchi e risalgono a prima del terremoto. Ci hanno risposto che non erano nel computo metrico, la porta del bagno non si chiude, tubature scoperte e incrostazioni varie. Ho dovuto mettere degli asciugamani per evitare di ritrovarmi tutto allagato!", tuona la Sandirocco. 

"È una situazione vergognosa - conclude - ci hanno abbandonato, dopo lavori fatti alla meglio per chiuderci la bocca. Io pago regolarmente l'affitto e tanti altri come me. Possibile che non abbia diritto a un minimo di manutenzione?".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui