L'AQUILA: CASAPOUND SU MANIFESTI, ''A SINISTRA MUMMIE CHE STRILLANO''

Pubblicazione: 02 luglio 2018 alle ore 19:40

L'AQUILA - "I partitini della sinistra antifascista sono ormai in via di estinzione. Non hanno più nulla da fare né da dire perché non sanno più parlare al nostro popolo: agli operai, ai commercianti, agli artigiani, agli studenti, alle casalinghe, ai disoccupati". 

Così, in una nota, Simone Laurenzi, responsabile abruzzese di Casapound Italia, replica al segretario aquilano di Sinistra italiana, Pierluigi Iannarelli, che ha chiesto la rimozione immediata di alcuni manifesti all'Aquila recanti la scritta "Basta feccia!", ritenendoli pericolosamente discriminatori e razzisti.

"Queste mummie politiche riescono a far parlare di sé solo strillando contro un presunto 'pericolo fascista' e, in particolare, contro CasaPound. Dal canto nostro - prosegue l'esponente della tartaruga frecciata - non possiamo che ringraziarli per la pubblicità gratuita che ci viene offerta, ma al tempo stesso ci sorge un dubbio. Visto che l'esponente di Sinistra Italiana ritiene discriminatorio l'utilizzo del termine 'feccia', come altro dovremmo definire spacciatori, violentatori e ladri? Compagni che sbagliano? Viene da pensare che, che con il pretesto di combattere fascismo e razzismo, a sinistra si finisca per giustificare degrado e illegalità".

"In attesa di una cortese risposta da parte di Iannarelli - conclude Laurenzi - confermiamo senz'altro quanto da lui denunciato: sì, "CasaPound non è nuova ad atti di questo tipo". Si chiama militanza politica, un concetto che evidentemente a lui e ai suoi compagni risulta ormai sconosciuto".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

L'AQUILA: SI, ''MANIFESTI DISCRIMINATORI CASAPOUND, RIMOZIONE IMMEDIATA''

L'AQUILA - "Alcuni manifesti neri con una tartaruga stilizzata, simbolo dell'organizzazione neofascista Casapound, con la scritta 'Basta feccia', sono comparsi la mattina del 2 luglio sulla strada statale 80 nella rotatoria nei pressi del Centro Commerciale... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui