L'AQUILA: CHIUDE IL MAGAZZINO DEI TABACCHI DEL MONOPOLIO, SEDE PROVINCIALE DIVENTA AVEZZANO

Pubblicazione: 06 agosto 2018 alle ore 09:50

L'AQUILA - Nel silenzio generale ha chiuso i battenti nelle scorse settimane la sede dell'Aquila dei Monopoli di Stato che distribuiva tabacchi all'intero comprensorio.

Dopo una riorganizzazione dei magazzini da parte di Logista Italia, multinazionale che ha in appalto il servizio in tutta Italia, le sedi stanno passando dalle attuali 600 a circa 150, quasi una per provincia, e in quella dell'Aquila è stata individuata come sede la città di Avezzano.

La chiusura, che non è stata comunicata neppure dal gestore del magazzino dell'Aquila, facendo così ritrovare centinaia di rivenditori da un giorno all'altro senza fornitore, è stata rivelata dal Messaggero.

La provincia dell'Aquila, in base alla riorganizzazione in atto finalizzata alla riduzione dei magazzini, passerà dalle tre sedi di L'Aquila, Sulmona ed Avezzano, ad una sola.

Oltre alle difficoltà per i commercianti, che a sorpresa hanno appreso della chiusura, la decisione di Logista Italia ha costretto gli otto addetti del magazzino aquilano, insieme al gestore, a trasferirsi al Nord, dove gli è stata assegnata una nuova sede.

REAZIONI

Sull'argomento è intervenuta l'onorevole PD, Stefania Pezzopane, che ha inviato una lettera al ministro dell'Economia e delle Finanze, Giovanni Tria, nella quale si legge: "Ci chiediamo se il ministro dell’Economia non ritenga ingiusto e in controtendenza declassare l'ufficio de L’Aquila, in  particolare in ragione della faticosa ricostruzione post sisma, nell'ambito della quale garantire servizi e assumere anche funzioni dirigenziali e decisionali nelle zone interne significa operare per il riequilibrio socio-economico nei confronti delle zone costiere, anche al fine di evitare spopolamento e disagio sociale. A seguito di questo silenzio e della inerzia, sta andando avanti una nuova organizzazione molto penalizzante. È necessaria una vera mobilitazione". 

"La chiusura della sede aquilana dei Monopoli di Stato, che distribuiva tabacchi all’intero comprensorio, rappresenta l’ennesima spoliazione a danno della città dell’Aquila e dei suoi cittadini. Un declassamento inaccettabile e preoccupante in ragione del faticoso lavoro di ricostruzione post terremoto che si sta portando avanti. Una decisione altresì penalizzante per i rivenditori, rimasti senza fornitore, e per gli otto dipendenti aquilani costretti a trasferirsi in altre sedi. Bisogna reagire al sistematico tentativo di depauperare il tessuto socio economico del Capoluogo di Regione. Si rende pertanto necessaria e urgente una mobilitazione generale", ha commentato il presidente del Consiglio comunale del capoluogo, Roberto Tinari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

MAGAZZINO TABACCHI L'AQUILA: PEZZOPANE, ''DECLASSAMENTO INGIUSTO, TRIA INTERVENGA''

L'AQUILA - "Ci chiediamo se il ministro dell’Economia non ritenga ingiusto e in controtendenza declassare l'ufficio dell'Aquila, in particolare in ragione della faticosa ricostruzione post sisma, nell'ambito della quale garantire servizi e assumere anche funzioni dirigenziali... (continua)

CHIUSURA MAGAZZINO MONOPOLIO L'AQUILA: TINARI, ''MOBILITAZIONE URGENTE''

L'AQUILA - "La chiusura della sede aquilana dei Monopoli di Stato, che distribuiva tabacchi all’intero comprensorio, rappresenta l’ennesima spoliazione a danno della città dell’Aquila e dei suoi cittadini. Si rende pertanto necessaria e urgente una mobilitazione... (continua)

CHIUSURA MONOPOLIO L'AQUILA: PD, ''CONSIGLIO CON RAPPRESENTANTI GOVERNO''

L'AQUILA - "Riteniamo indispensabile e urgente un ripensamento sulla questione del declassamento dell’Ufficio dogane e monopoli dell’Aquila. In questo senso è necessario un intervento diretto da parte del governo, e in particolare del ministro dell’Economia. Chiediamo... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui