L'AQUILA: CONFERMATA CHIUSURA SCUOLE SPECIALIZZAZIONE DI MEDICINA

Pubblicazione: 21 ottobre 2017 alle ore 11:23

L'aula consiliare dell'Aquila

L'AQUILA - Le scuole di specializzazione in Pediatria, Cardiologia e Neurologia del Dipartimento di Medicina dell'Università dell'Aquila saranno trasferite a Chieti.

La conferma è arrivata ieri nel corso del Consiglio comunale dell'Aquila, convocato in seduta straordinaria sul tema su richiesta, tra gli altri, dal capogruppo di Fratelli d'Italia Giorgio De Matteis, e alla presenza della rettrice Paola Inverardi, del prorettore Carlo Masciocchi e del direttore generale della Asl provinciale, Rinaldo Tordera.

Di fatto, la scuola di Pediatria sarà accorpata a quella di Chieti, con sede in quest'ultima città, e quelle di Cardiologia e Neurologia non sono state accreditate. Entrambe le soluzioni, tranne un errore formale commesso dall'Università riguardante l'iter per Neurologia, sono dovute al fatto che sia la sede dell'Aquila che quella di Chieti, con le nuove norme, non rispondevano più ai criteri imposti dal Ministero dell'Istruzione, quindi si è stati costretti a stringere un accordo inter-Ateneo di reciproca collaborazione.

Il Consiglio comunale, in ogni caso, ha votato un ordine del giorno volto alla cooperazione tra i tre enti, Comune, Ateneo e azienda sanitaria, in cui "si impegna il sindaco, anche nella sua qualità di presidente della Conferenza dei sindaci della Asl, a intraprendere ogni azione, a livello regionale, per garantire il comparto della sanità aquilana e il mantenimento di adeguati livelli dei servizi al cittadino, oltre all'offerta formativa dell'Università".

"Finalmente si fa fronte comune a livello provinciale e solo così si potrà ottenere qualcosa. Con questo consiglio abbiamo dato forza al sindaco Pierluigi Biondi, per poter intervenire in maniera pesante a livello politico", ha commentato De Matteis.

Biondi, intanto, ha convocato per la prossima settimana il comitato ristretto dei sindaci in cui, ha annunciato durante la seduta dell'assise civica, chiederà con forza il Dea (Dipartimento di emergenza e accettazione) di II livello, cioè l'ospedale "maggiore" con migliori finanziamenti e reparti, che sulla carta la Regione ha già assegnato a Chieti-Pescara, per la provincia dell'Aquila.

A far tornare l'aula coi piedi per terra ci ha pensato il consigliere dell'Italia dei valori Lelio De Santis, per il quale "purtroppo stiamo intervenendo su un argomento per il quale non c'è più nulla da fare. Sia la ex amministrazione Cialente, che questa attuale, non hanno fatto nulla per evitare i tagli".

Da registrare, infine, la spaccatura del Partito democratico sull'argomento, con i consiglieri Americo Di Benedetto, Emanuela Iorio e Antonio Nardantonio che hanno votato a favore dell'ordine del giorno, e il capogruppo Stefano Palumbo e il segretario Stefano Albano che sono usciti dall'aula.

"Il problema non riguarda solo il trasferimento della scuola di specializzazione in Pediatria ma tutto il settore della sanità abruzzese e i rapporti tra Asl e ateneo", ha spiegato De Matteis in una nota, "nel momento in cui, dopo quella di Pediatria, anche le scuole di specializzazione in Neurologia e Cardiologia rischiano il trasferimento, il problema riguarda sia il prestigio della nostra Università che la presenza nell'attività del presidio sanitario e, dunque, i servizi ai cittadini".

"Perdere queste scuole vuol dire, in definitiva, essere considerati e collocati al margine in questa regione. Non si tratta di un campanilismo di facciata ma di far fronte a oggettive difficoltà e necessità, garantendo efficienza ed economicità nei servizi sanitari", ha aggiunto. (m.sig.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

CHIUDE SCUOLA SPECIALIZZAZIONE PEDIATRIA DELL'AQUILA, IN ABRUZZO SARA' SOLO A CHIETI

L'AQUILA - Rischia di scomparire la scuola di specializzazione in pediatria della Facoltà di Medicina dell'Università dell'Aquila, che potrebbe essere accorpata a quella di Chieti. L'ipotesi, che il sindaco Pierluigi Biondi porterà domani all'attenzione dell'assemblea dei sindaci... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui