L'AQUILA: EPATITE E IN FORTE AUMENTO, CONVEGNO ISTITUTO SUPERIORE SANITA'

Pubblicazione: 25 maggio 2018 alle ore 14:12

L’AQUILA – Il 50 per cento dei donatori di sangue della provincia dell'Aquila, in seguito alla crescente diffusione dell’epatite E, risulta positivo allo specifico test e quindi è entrato in contatto col virus.

E’ uno dei dati più significativi dello studio portato avanti, con l’Istituto superiore di Sanità e con la facoltà di veterinaria di Teramo, dal reparto di malattie infettive e dal laboratorio analisi dell’ospedale dell’Aquila, uno dei pochi in Italia attrezzato per eseguire il test per l’identificazione e la diagnosi dell’epatite E.

L’argomento sarà uno dei temi principali al centro del convegno, in programma domani 26 maggio all’Aquila,  all’hotel Dimora del Baco, località Centi Colella, a partire dalle ore 8.45.  Ai lavori dal titolo: “Update sulle epatiti virali’, promossi, in qualità di coordinatori scientifici da Alessandro Grimaldi, direttore di Malattie infettive e da Simonetta Santini, direttore del laboratorio analisi del San Salvatore, parteciperanno specialisti dell’Abruzzo e di altre regioni oltre a relatori dell’Università Tor Vergata di Roma. 

“L’infezione virale - afferma Grimaldi - che può essere trasmessa anche con alcune carni animali crude o poco cotte, nella nostra Provincia ha mostrato una larghissima diffusione. La patologia causata da questo virus, oltre a dare un‘epatite acuta, può associarsi apatologie extra-epatiche, come neuropatie, nefropatie e non solo.. e può cronicizzare nei pazienti immunodepressi”.

Un gruppo di medici e veterinari della provincia, coordinati dallo stesso Grimaldi, in collaborazione con l’Istituto superiore della Sanità e la facoltà di Veterinaria di Teramo, sta curando uno studio sulla diffusione della popolazione e sulle complicanze dell’epatite E.

Al convegno di domani all’Aquila  parteciperanno,  tra gli altri, le professoresse Valentina Svicher e Francesca Cecherini-Silberstein, virologhe presso l’ Università di Tor Vergata  di Roma, la professoressa Anna Rita Ciccaglione dell’Istituto superiore di Sanità, il professor Marcello Tavio, direttore della divisione di malattie infettive di Ancona, i professori Fulvio Marsilio e Barbara Di Martino della facoltà di Veterinaria dell’Università di Teramo, il dottor Luigi Dell’Orso, direttore del Centro trasfusionale di L’Aquila.

Nel corso del convegno si parleràanche di Epatite B e delle nuove ed efficacissime terapie contro l’Epatite C che, nell’arco di pochi anni, dovrebbero portare a debellare il  virus tra la popolazione, anche grazie alla significativa riduzione dei costi delle terapie.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui