L'AQUILA ERA NEL CUORE DEL RINASCIMENTO
UN LIBRO SU SATURNINO GATTI RIVELA LA 'SORPRESA'

Pubblicazione: 10 dicembre 2014 alle ore 12:40

L’AQUILA -  L'Aquila è arrivata nel cuore dell’arte rinascimentale italiana.

È quanto emerge da un’attenta ricostruzione contenuta in Saturnino Gatti, pittore e scultore del Rinascimento aquilano, volume edito da Textus, curato da Ferdinando Bologna, che sarà presentato a Roma nel pomeriggio di domani, giovedì 11 dicembre dalle ore 18, nella splendida cornice del Nobile Collegio Chimico Farmaceutico.

Ferdinando Bologna - massimo esperto di Saturnino Gatti a livello internazionale, nonché noto studioso delle opere del Caravaggio - svela, a cinquecento anni di distanza la continuità, non solo ideale, tra la bottega fiorentina di Andrea Verrocchio frequentata a partire dal 1470 anche dal giovane Leonardo Da Vinci, da Lorenzo Di Credi, dal Ghirlandaio, dal Perugino e dai grandi maestri umbri, e le opere di Saturnino Gatti, sia quelle presenti oggi all’Aquila, sia quelle esposte nei principali musei internazionali di Montreal, New York e Washington.

Nel corso dell’evento di presentazione, Bologna ripercorrerà un itinerario sulle orme di Saturnino che parte dall’Aquila e si snoda attraverso le grandi capitali dell’arte indagando nel dettaglio, tra raffronti mai svelati prima, somiglianze di linee, forme e colori.

All’incontro saranno presenti anche Pierluigi Leone De Castris, ordinario di storia dell’arte medievale presso l’Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, e Claudio Gulli, storico dell’arte senese, collaboratore di Alias, supplemento settimanale del quotidiano Il Manifesto.

Ferdinando Bologna è professore emerito di Storia dell’arte medievale e moderna dell’Università Tor Vergata di Roma, doctor honoris causa delle università di Barcellona e D’Annunzio di Chieti-Pescara. Ordinario dal 1965, ha insegnato Storia dell’arte medievale e moderna nelle università di Salerno, Messina, Siena, Napoli e Roma.

Ha diretto il corso di specializzazione in Storia dell’Arte dell’Istituto universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Collabora con importanti riviste storico-artistiche italiane e straniere ed è direttore responsabile di “Confronto”, periodico semestrale di studi e ricerche di storia dell’arte europea.

Ha fatto parte di numerosi comitati scientifici e curato mostre nazionali e internazionali, ultima delle quali Antonello da Messina per il Mart di Rovereto.

Ha diretto la Storia dell’arte in Italia per Utet- Garzanti ed è autore di numerosi libri variamente distribuiti sul versante medievale e moderno.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui