L'AQUILA: ''GARANTIRE CONTRATTI A VILLA DOROTEA'',
LIRIS-IANNI, ''SE REGIONE DA' FONDI SALE L'OCCUPAZIONE''

Pubblicazione: 13 novembre 2017 alle ore 11:02

di

L'AQUILA - "Siamo a conoscenza dei problemi di Villa Dorotea, ce ne stiamo occupando da settimane anche attraverso i contatti con la proprietà."

Intervengono così ad AbruzzoWeb Guido Quintino Liris e Luisa Ianni, rispettivamente vice sindaco dell'Aquila e consigliere comunale, il primo medico, la seconda infermiera, sulla vicenda del cambio di gestione della Residenza sanitaria assistenziale per anziani e del Centro di riabilitazione “Villa Dorotea” di Scoppito (L'Aquila), che fa parte del presidio ospedaliero “Villa Letizia” di cui è proprietario l'imprenditore aquilano Enrico Vittorini

A breve, infatti, entrerà una cooperativa al posto di Help donna del presidente, l'aquilano Alfonso Piccinini, cui Vittorini aveva ceduto la gestione della Rsa nel 2013, perché "sempre più in difficoltà per il pagamento degli stipendi" ai circa 70 dipendenti, piuttosto preoccupati, come ammesso da Piccinini a questo giornale.

Lo stesso Piccinini aveva parlato di "visione imprenditoriale diversa da quella di Vittorini", mentre quest'ultimo aveva invece ammesso che alla base delle difficoltà della struttura vi sono “i tagli dei fondi che la Regione Abruzzo ha stabilito per il 2016 e il 2017”.

"Non entriamo nel merito amministrativo e nel rapporto tra privati - aggiungono Liris e la Ianni - ma pretendiamo che siano garantiti sia gli attuali livelli occupazionali che i trattamenti economici dei dipendenti, elementi indispensabili per la qualità dei servizi della struttura. Vogliamo che tanto l'ambito Rsa quanto  quello riabilitativo mantengano un livello di eccellenza, quel livello che ha consentito alla struttura di diventare un punto di riferimento non solo della parte ovest del territorio aquilano, ma di tutta la provincia. Così come abbiamo chiesto alla proprietà un impegno certo rispetto a queste nostre richieste, così ci siamo messi a disposizione per dare battaglia nei confronti di una Regione che sta penalizzando pesantemente le aree interne".

Proprio sul tema dei fondi regionali i due esponenti comunali sono "pronti a mettere in campo un'attenta azione di vigilanza. Villa Dorotea è un fiore all'occhiello della sanità abruzzese; oggi la sanità del territorio è duramente colpita dalle scelte scellerate della Regione Abruzzo. Non ci si è accontentati di colpire la parte pubblica bensì anche la privata. Se la Regione Abruzzo mettesse a disposizione gli stessi fondi garantiti per le corrispettive strutture della zona costiera anziché tagliarli come ha fatto, l'occupazione aumenterebbe anziché restare stabile".

"E sui contratti dei lavoratori vigileremo affinché non ci siano giochi al ribasso", concludono. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

L'AQUILA: VILLA DOROTEA, CAMBIA LA GESTIONE; VIA HELP DONNA, GRANE PER STIPENDI E FONDI

di Roberto Santilli
L'AQUILA - Preoccupazione per i circa 70 dipendenti della Residenza sanitaria assistenziale per anziani e del Centro di riabilitazione “Villa Dorotea” di Scoppito (L'Aquila), che fa parte del presidio ospedaliero “Villa Letizia” di cui è proprietario... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui