• Abruzzoweb sponsor

L'AQUILA: IDV, ''IMPIANTO SPORTIVO VERDEAQUA ANCORA CHIUSO!''

Pubblicazione: 28 novembre 2019 alle ore 14:36

L'AQUILA - "L’impianto sportivo di Verdeaqua, con piscina, palestra, pista, campi di calcio, è chiusa da oltre un anno e rimarrà chiusa ancora per un altro anno a causa della confusione e dell’incertezza che regnano nell’Esecutivo comunale e negli Uffici del settore sport".

La denuncia arriva dal consigliere Idv del Comune dell'Aquila, Lelio De Santis

"Il percorso amministrativo per rendere agibile e fruibile la struttura sportiva fu annunciato in Consiglio dall’allora Assessore allo sport il mese di agosto 2018  - spiega De Santis - ed avrebbe dovuto consentire la sua riapertura nel giro di 3/4 mesi, dopo l’espletamento di una gara per l’affidamento dell’esecuzione delle opere e della gestione, comprensiva anche del pagamento delle rate residue del mutuo contratto con il Credito sportivo. Dopo oltre un anno, in sede di approvazione della IV variazione di bilancio, nel Consiglio comunale del 27 u.s., nella sorpresa generale, la giunta comunale ha svincolato dall’Avanzo di amministrazione la somma di 1.781.448,00 per coprire direttamente l’importo di mutuo residuo, modificando di conseguenza un elemento essenziale del bando per la gara, nel quale non sarà più previsto il pagamento delle rate residue del mutuo a carico del futuro gestore. La decisione della Giunta comunale è evidentemente motivata, ma allora la stessa Giunta poteva dare tale indirizzo agli uffici subito e non dopo un anno dalla chiusura dell’impianto!" 

"Questa incertezza nell’assumere decisioni rapide e concrete ha comportato un esborso di circa 2 milioni - prosegue De Santis -, visto che già 200 mila euro erano stati pagati dal Comune per 3 rate in scadenza e, soprattutto, condanna la città dell’Aquila alla mancanza di una struttura sportiva molto importante, penalizza migliaia di sportivi, priva della possibilità di fare sport 700 giovani, che erano i frequentatori delle diverse discipline. A questo si deve aggiungere il rischio, ormai certezza, della perdita del lavoro da parte dei 30 dipendenti che per anni hanno assicurato lo svolgimento di tutte le attività! Il Comune sta arrecando un danno incalcolabile alla città, nel silenzio generale, e nell’indifferenza di chi aveva il dovere di dare una risposta urgente ad un problema serio, che è stato sottovalutato colpevolmente".

Un’alternativa era possibile, ma si è preferito non ascoltare. Avevo proposto alla Giunta, intervenendo in Consiglio comunale, di provvedere direttamente alla progettazione ed all’esecuzione dei lavori di adeguamento, proprio per ridurre al minimo i tempi e solo dopo affidare con gara pubblica la gestione, ma invano! La mia amarezza non è dovuta al rigetto del una mia proposta, ma al dover constatare il danno che l’azione contorta ed incerta della Giunta comunale ha arrecato alla comunità aquilana!", conclude De Santis. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui