PARLA IL PRESIDENTE DELLA RESIDENZA ASSISTENZIALE PER ANZIANI,
''NE CURIAMO A CENTINAIA ANCHE A DOMICILIO, PRESTO ANCHE GLI ALZHEIMER''

L'AQUILA: L'EX ONPI TRA MILLE DIFFICOLTA', TANTI SERVIZI E IL PERSONALE PRECARIO

Pubblicazione: 14 novembre 2017 alle ore 09:34

foto Roberto Santilli
di

L'AQUILA - "Riesce ad offrire eccellenti servizi sia pur tra mille difficoltà" la Residenza assistenziale anziani (Ra) ex Onpi dell'Aquila, presieduta dal 2007 da Venanzio Gizzi.

Una struttura, quella sociale del Comune dell'Aquila, che ospita e assiste circa 160 anziani, suddivisi tra i 40 non autosufficienti del Centro servizi anziani (Csa) a cui si aggiungono numerosi ospiti autosufficienti, quindi la parte Asl con gli 80 pazienti della Rsa Montereale (L'Aquila) spostati provvisoriamente nel capoluogo d'Abruzzo a causa degli ultimi terremoti.

Questi ultimi hanno avuto un destino molto simile agli ospiti dell'ex Onpi, tornata a pieno regime nel 2013, a quattro anni di distanza dal sisma del 6 aprile 2009 che l'aveva fortemente danneggiata.

Per rimettere in funzione la struttura, sono stati effettuati lavori da circa 9 milioni di euro con appalto curato dal Provveditorato alle Opere pubbliche.

Subito dopo il 6 aprile, gli anziani dell'ex Onpi sono stati trasferiti a Sora (Frosinone) ma comunque sempre seguiti dal Csa aquilano. 

Negli ultimi giorni è tornato alla ribalta il delicato tema dei precari ex Onpi, poco meno di cento, che subiscono i duri divieti imposti dalla norme del pubblico impiego, “di fatto creando una precarietà diffusa” come aveva sottolineato ad AbruzzoWeb il presidente Gizzi.

Sulla vicenda è quindi intervenuto il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, assicurando di esserne a conoscenza e di averne preso atto.

“Cercheremo una soluzione anche per questi lavoratori precari di cui nessuno, fino a oggi, si è interessato”, le parole del primo cittadino aquilano che comprendono una stilettata alla precedente amministrazione di centrosinistra guidata da Massimo Cialente.

Per Gizzi, in ogni caso, “l'urgenza è sempre la stessa: stabilizzare il personale in somministrazione fornito dalle agenzie interinali, quello che opera con contratti di collaborazione e quello che opera all'interno dei servizi appaltati. Fino ad oggi, però, ci siamo scontrati con le norme a dir poco stringenti sul pubblico impiego. Confidiamo però che l'argomento sia oggetto di interesse della nuova amministrazione comunale”.

La Ra aquilana, tra le altre cose, fornisce assistenza a domicilio a 500 anziani su tutto il territorio e ha in programma, svela Gizzi, "in tempi brevi, la creazione di un centro per malati di Alzheimer", oltre a fornire alla Asl i locali per l'hospice “Casa Margherita” che si occupa di terapia del dolore e ad annoverare ulteriori servizi sanitari, sociali e di accoglienza che la rendono una vera e propria "cittadella della salute e dei servizi sociali".

Il complesso, di 12 mila metri quadrati su tre piani, è dotato di un moderno teatro (che può essere utilizzato anche per convegni e conferenze), allestito in economia e arredato con poltrone recuperate dalla tendopoli post-sisma di piazza Duomo e rimesse a nuovo con una spesa di poche migliaia di euro; poi, di una piscina terapeutica, una palestra, una cucina da 300 posti, oltre ad una cappella per il cui arredo la presidenza ha ottenuto una donazione al pari della cucina, una sala ristorante utilizzabile anche da utenti esterni e una casetta di legno donata da Assofarm già utilizzata per le recenti emergenze naturali.

Tantissime le attività per gli ospiti, dal teatro, al cucito, alla lettura, al disegno, tutte testimoniate dalle opere affisse alle pareti.

In sintesi, "in questi pochi anni dopo il terremoto, viene offerto ai cittadini dell'Aquila - commenta il presidente - un luogo di eccellenza, vero ritrovo per le persone non più giovani e per i loro familiari".

"Mi aspetto - conclude Gizzi - che nell'immediato futuro si sviluppi ancor di più tale servizio e che vengano superate le difficoltà, perché rispettare gli anziani è un vero segnale di civiltà". 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui