L'AQUILA: NO A BIMBO AUTISTICO AL PARCO, ''EVENTO PER DARE VOCE A CHI NON NE HA''

Pubblicazione: 12 agosto 2017 alle ore 20:23

L'AQUILA - "Incomprensioni e comportamenti inadeguati, motivazioni per una capillare informazione e condivisione di azioni. Episodi incresciosi che vedono intaccare i diritti delle persone con autismo e la loro inclusione sociale sono purtroppo una costante". 

Così in una nota Dario Verzulli, presidente dell'associazione Autismo Abruzzo Onlus, sul presunto caso dell'accesso impedito nell'area giochi posta all'interno di un centro commerciale aquilano ad un bambino autistico, perché ritenuto 'malato'.

"Ogni tanto - scrive Verzulli - emergono e vanno con fermezza stigmatizzati tuttavia evidenziano quanto lavoro è necessario per avere una società informata e preparata. Ogni episodio deve rilanciare le azioni a sostegno di una informazione capillare, quello stimolo in più a condividere e a contaminare una società sempre più distratta e lontana dal mondo variegato e sconosciuto della disabilità.

Sia essa fisica, sensoriale o intellettiva, la persona disabile è troppo spesso esclusa dalla vita sociale a causa di barriere architettoniche, culturali, burocratiche e, talora, persino dalla freddezza delle istituzioni o dalla difficoltà di comprendere le loro necessità. L’Autismo si manifesta in mille modi, viene definito spettro proprio per la sua estesa modalità e non esistono caratteristiche o comportamenti specifici che ne rendano immediatamente individuabili i sintomi. Perfino le commissioni medico legali a volte ravvisano difficoltà e alcune circolari dell’INPS raccomandano la valutazione della documentazione rilasciata da centri specifici in luogo delle valutazioni eseguite dalle stesse commissioni".

IL RESTO DELLA NOTA
 
Occorre adoperare la stessa scala, lo stesso sdegno dimostrato per la violazione della libertà di un bambino autistico per ogni violazione di diritti fondamentali.
Nonostante leggi e regolamenti solo il 20 % delle persone con autismo accede oggi a percorsi abilitativi specifici nel rispetto delle leggi nazionali; davvero pochi sono quelli che possono fruire di percorsi di assistenza domiciliare, fondamentali per il bambino e per la famiglia. 

A ciascun bambino e ragazzo autistico spetta una istruzione adeguata offerta da una scuola preparata e inclusiva, con docenti di sostegno formati ad hoc; a tutti loro spetta il servizio di trasporto scolastico e l’assistenza scolastica. 

A tutti loro spetta, per legge dello Stato è il caso di ribadirlo ancora una volta, il permesso di parcheggio riservato di cui ancora oggi i medici legali negano l’emissione della certificazione che è però pretesa dai comuni per il rilascio dello stesso permesso di parcheggio.
 
La nostra città è diventata punto di riferimento per azioni a favore di persone con autismo a livello regionale. Le ultime disposizioni della Giunta Regionale riconoscono il ruolo di guida al Centro di Riferimento Regionale per l’Autismo, con sede a L’Aquila, e alle strutture riabilitative gestire direttamente dalla Asl 01 L’Aquila - Avezzano - Sulmona. 

La Regione Abruzzo è l'unica in Italia ha garantire una "presa in carico" globale e intensiva che va dalle 15 alle 30 ore settimanali. 

Sono circa 250 gli utenti che fruiscono di tale servizio. Il Comune dell'Aquila è il comune che storicamente ha sempre garantito fondi importanti per i servizi di assistenza e la cultura della nostra comunità è preparata e attenta al mondo variegato della disabilità.
 
Per dare voce ai diritti dei più deboli, per rendere le loro necessità comprensibili e per avvicinare la società al loro mondo proponiamo di istituire l’evento “Giochi senza barriere”, una giornata di giochi, sport, attività aggregative che vedranno associazioni sportive, della disabilità, del volontariato e di qualsiasi genere cimentarsi in squadre per competizioni non agonistiche che coinvolgeranno la cittadinanza.
 
La sfida da lanciare è quella di comunicare, informare, condividere, coinvolgere e contaminare, partendo proprio da situazioni così inadeguate e incomprensibili. Accogliamo con grande favore gli attestati di solidarietà espressi da istituzioni e cittadini e lanciamo la sfida a tutti coloro che vorranno raccoglierla.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui