L'AQUILA: OK BANDI PROGETTO C.A.S.E. PER CHI GUADAGNA DAI 12MILA EURO ANNUI

Pubblicazione: 22 giugno 2018 alle ore 18:37

L'AQUILA - "Approvati in Giunta Comunale gli indirizzi per l'indizione di due bandi per l'assegnazione temporanea di alloggi del progetto C.a.s.e. e Map (Moduli abitativi provvisori), ai cittadini residenti all'Aquila o nei Comuni dell'ambito di mobilità da almeno 5 anni, con pagamento di un canone d’affitto calcolato in base agli accordi territoriali". 

A comunicarlo l'assessore alle politiche abitative del Comune dell’Aquila, Francesco Bignotti che in una nota esprime soddisfazione per il risultato raggiunto.

La notizia arriva dopo quasi un anno di polemiche: il bando per l’assegnazione degli alloggi della vecchia amministrazione,infatti, è statp prima sospeso e poi annullato dalla nuova Giunta aquilana per "ridefinirne i criteri", definiti "discriminanti nei confronti degli aquilani". 

Per mesi del bando non si è saputo nulla e moltissimi aquilani si sono lamentati del ritardo, non riuscendo a capire i motivi dell'impasse. 

Oggi, l'annuncio di Bignotti che però inserisce nei criteri per l'assegnazione un valore minimo di reddito; una decisione destinata a far discutere e per prevenire eventuali attacchi, nella nota l'assessore al ramo giustifica già la sua scelta.

"Si tratta di due procedure distinte. Una è rivolta ai nuclei familiari già costituiti composti da uno a quattro componenti aventi un reddito Isee compreso tra 12 mila euro e 30 mila euro, l'altra a nuclei familiari di nuova costituzione composti da singoli o coppie, con o senza figli minori, fino ad un massimo di 4 membri aventi un reddito complessivo lordo compreso tra 13 mila euro e 35 mila euro. Quest'ultima darà l'opportunità anche ai giovani di ottenere una certa indipendenza, in particolare a quelli che, pur avendo un proprio reddito, hanno difficoltà a trovare un'autonomia abitativa diversa da quella della famiglia originaria non riuscendo ad attingere al mercato ordinario". 

"L’inserimento di un valore minimo reddituale permette di avere un margine di garanzia per l’ottemperanza al pagamento degli affitti, assicurando una gestione maggiormente sostenibile dei compendi immobiliari in menzione, garantendo infine anche una più puntuale applicazione delle disposizioni ordinamentali in materia. Il criterio della residenza - prosegue l’assessore - permette invece di valorizzare i cittadini che hanno scelto di restare nel nostro territorio e vivere la loro vita familiare e lavorativa qui, nonostante le difficoltà legate al post sisma". 

Ai fini della formulazione delle relative graduatorie, "sono state previste delle premialità che tengono conto dell’anzianità di residenza del richiedente nel Comune dell’Aquila o in un Comune dell’ambito di mobilità da almeno 10 anni, della presenza di figli minori, dello status di separato o divorziato e della presenza di componenti con disabilità o invalidità superiore al 67 per cento", spiega Bignotti. 

Inoltre, "per permettere ai giovani di iniziare un nuovo percorso di vita familiare sono stati previsti dei punteggi, anche per i nuclei familiari composti esclusivamente da persone di età compresa tra i 25 e i 40 anni e per le ragazze madri, ovvero nuclei monoparentali con madre di età inferiore ai 25 anni", aggiunge l'assessore. 

I relativi avvisi verranno pubblicati dal Settore Politiche per il Benessere della Persona nei prossimi giorni.

Infine l’assessore precisa che "con successivi provvedimenti si provvederà ad individuare criteri finalizzati all’approvazione di altri avvisi pubblici per l’assegnazione temporanea di alloggi del Progetto C.a.s.e. e dei Map in favore di ulteriori fasce di popolazione. Indirizzi dunque che tendono a garantire una gestione equilibrata di questo patrimonio immobiliare sempre prestando attenzione alle fasce deboli di popolazione".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

PROGETTO C.A.S.E.: BIGNOTTI ''PRATICHE ESAMINATE MA BANDO SARA' SOSPESO''

di Eleonora Marchini
L’AQUILA - Completato l’esame delle 1.160 pratiche arrivate al Comune dell’Aquila per la richiesta di un alloggio antisismico del progetto C.a.s.e,, quasi pronta la graduatoria, ma “come amministrazione vorremmo dettare delle regole differenti per l’assegnazione, per cui... (continua)

L'AQUILA: MAMMA DISPERATA OCCUPA PROGETTO C.A.S.E E SI AUTODENUNCIA, ''L'HO FATTO PER LE MIE 2 BAMBINE''

L'AQUILA - "Ho occupato abusivamente un appartamento del Progetto C.a.s.e. a Sassa, mi autodenuncio per denunciare lo stallo del nuovo bando per l'assegnazione degli appartamenti da parte del Comune dell'Aquila, perché sono stanca di far dormire... (continua)

MAMMA DISPERATA OCCUPA PROGETTO C.A.S.E.: AQUILANI SI INTERROGANO SU ''BANDO SOSPESO''

di Alessia Centi Pizzutilli
L’AQUILA - La vicenda della “mamma disperata”, Nausjca Melaragno, che ieri pomeriggio ha occupato abusivamente un appartamento del Progetto C.a.s.e. di Sassa, autodenunciandosi ai Vigili urbani, riaccende i riflettori sul bando per l’assegnazione degli alloggi della... (continua)

L'AQUILA: SINISTRA ITALIANA, ''C.A.S.E. SOLO A CHI HA SOLDI, E' BESTEMMIA AI DEBOLI''

L'AQUILA - "I bandi per l'assegnazione degli appartamenti del progetto C.a.s.e. e Map (moduli abitativi provvisori) sono rivolti solo a chi ha soldi. Questo bando è una bestemia alle fasce deboli che aspetteranno ancora a lungo... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui