L'AQUILA: RICOSTRUZIONE CASERMA VIGILI,
LINETTI, ''BANDO OK, A GIUGNO I LAVORI''

Pubblicazione: 11 aprile 2015 alle ore 08:31

L'area dove c'era l'edificio demolito dei Vigili del fuoco
di

L’AQUILA - “La progettazione per la ricostruzione della sede del comando provinciale dei Vigili del fuoco dell'Aquila è stata completamente rifatta e sarà pronta intorno al 20 aprile. A quel punto la gara potrà essere appaltata. Possiamo dire che i lavori inizieranno i primi di giugno”.

Lo assicura ad AbruzzoWeb Roberto Linetti, provveditore interregionale alle opere pubbliche di Abruzzo, Lazio e Sardegna, in relazione all'intricata gara di appalto per i Vvf, uno degli interventi più importanti del post-sisma del 6 aprile 2009 da circa 8,5 milioni di euro.

Se i tempi saranno davvero rispettati si vedrà solo in seguito. Di certo si tratta di una notizia che riaccende le speranze dei vigili dopo i ritardi che hanno caratterizzato l'appalto fino a oggi.

A oltre un anno fa risale, infatti, l’annullamento del precedente bando, dopo il curioso caso della busta smarrita e poi ricomparsa nel corso della seduta conclusiva della commissione giudicatrice del provveditorato, presieduta da Maria Lucia Conti.

A quel punto Linetti ha deciso di azzerare tutto e ricominciare da capo con l’iter, motivando il provvedimento anche con la necessità di dover procedere all'aggiornamento degli atti progettuali.

“Abbiamo adeguato il progetto anche alle esigenze dei vigili del fuoco, quindi da una parte si può dire anche che sia stato un bene rifare tutto - aggiunge- È stata fatta la gara tra progettisti che si sono poi riuniti con i rappresentati del Corpo a livello regionale e insieme hanno concertato i cambiamenti da fare”.

Dal momento dell’avvio del cantiere, “ci vorrà almeno un anno e mezzo per completare tutto”, spiega il provveditore. L’attesa è stata snervante per gli addetti del 115 che, in occasione del sesto anno dal terremoto, insieme ai rappresentanti sindacali, hanno annunciato una mobilitazione e gridato la loro rabbia per i tempi lunghi di ricostruzione della caserma, gravemente danneggiata dalla scossa delle 3.32 e successivamente demolita dagli stessi vigili.

Ben prima dell’annullamento, l'appalto in questione era già stato caratterizzato dai tempi biblici. Il bando era stato pubblicato nell'agosto 2012 dall'allora provveditore Donato Carlea, e prevedeva come termine per la presentazione delle offerte il 27 novembre dello stesso anno.

Due mesi e mezzo dopo, il 18 febbraio 2013, sono cominciati i lavori della commissione, che si è riunita sette volte, fino al 5 luglio successivo. Quindi un vuoto di cinque mesi, finché si è giunti all'ottava convocazione, l'8 gennaio 2014, e infine la nona, quella che ha causato l’annullamento.

In tutto questo tempo, i vigili hanno anche proposto una delocalizzazione della caserma, che a oggi sorge in una zona fortemente urbanizzata a ridosso del centro storico.

Elio D’Annibale, segretario provinciale del sindacato dei vigili Conapo, a questo giornale spiega che “il posto attuale non è idoneo. La nostra attività crea disagi al traffico per l’uscita dei mezzi e con l'addestramento diamo fastidio anche per le sirene, come spesso ci è stato fatto notare dai residenti”.

Le alternative proposte erano due: “Prendere un pezzo della Caserma Rossi, che è qui vicino, oppure spostarci alla direzione regionale, che si trova a Coppito, una struttura enorme che oggi ospita solo uffici”.

Ipotesi che non sembrano, tuttavia, essere state prese in considerazione. “Di questo non sapevo nulla, comunque il progetto è stato modificato sulla base delle esigenze dei vigili, espresse a livello regionale”, conferma Linetti tagliando corto.

Il personale amministrativo è attualmente ospitato in strutture provvisorie in legno sorte all'ex campo da calcio dei "Minorenni" (dal nome del vicino tribunale minorile), mentre la sala mensa e quella operativa si trovano nell’edifico adiacente a quello demolito.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

TERREMOTO: VIGILI FUOCO L'AQUILA, ''NUOVA CASERMA O MOBILITAZIONE''

L'AQUILA - "Adesso basta! Subito la nuova caserma o sarà mobilitazione". Alla vigilia del sesto anniversario del terremoto del 6 aprile 2009 che ha devastato L'Aquila e il suo circondario, i vigili del fuoco dell’Aquila alzano la... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui