L'AQUILA: TINARI SCRIVE A BERLUSCONI, ''TORNI, LA CITTA' LE DEVE MOLTO''

Pubblicazione: 13 novembre 2017 alle ore 12:43

Roberto Tinari

L'AQUILA - "L’Aquila le deve molto e gli aquilani non l’hanno dimenticata: torni in visita nella nostra città"

È quanto si legge in una lettera aperta, pubblicata integralmente sotto, indirizzata all’ex premier Silvio Berlusconi, a firma di Roberto Tinari di Forza Italia, presidente del Consiglio comunale dell’Aquila.

"Gli aquilani non dimenticano: il suo Governo lavorò silenziosamente e responsabilmente, senza urlare, senza spot e con un dispiego di uomini e mezzi mai visto prima, che permise a tutti noi di avere, a meno di otto mesi dal sisma, un alloggio adeguato e la certezza di una attenta gestione dell’intero quadro venutosi a creare".

Per Tinari sono poi "impietosi sono i confronti con la gestione degli ultimi eventi sismici".

LA LETTERA

Illustre Presidente Silvio Berlusconi,

Le scrivo non solo in qualità di esponente di Forza Italia, ma anche e soprattutto come cittadino aquilano.

Desidero ringraziarLa per tutto quanto Lei ed il Suo Governo attuò, efficacemente e celermente, in occasione del terribile evento sismico che di fatto distrusse la nostra amata città, L’Aquila: a soli 22 giorni da quel tragico 6 aprile, venne varato un Decreto Legge che dispose lo stanziamento di risorse e misure mai prima d’ora impiegate ed attuate dallo Stato Italiano per un evento calamitoso di questo genere.

Gli aquilani non dimenticano: il Suo Governo lavorò silenziosamente e responsabilmente, senza urlare, senza spot e con un dispiego di uomini e mezzi mai visto prima, che permise a tutti noi di avere, a meno di otto mesi dal sisma, un alloggio adeguato e la certezza di una attenta gestione dell’intero quadro venutosi a creare.

Non sono mancate ovviamente le polemiche, provenienti da chi tentò di screditare l’operato altrui, attraverso manifestazioni estemporanee ed inconcludenti, nonché fini a loro stesse, mettendo in discussione quello che fu un intervento senza eguali, voluto da un Presidente del Consiglio che aveva veramente a cuore la sorte di noi cittadini.

Le scrivo questo, caro Presidente, per dirLe che L’Aquila Le deve molto, e che gli aquilani non L’hanno dimenticata: impietosi sono i confronti con la gestione degli ultimi eventi sismici verificatisi nella nostra Nazione, dove l’assegnazione dei pochi moduli abitativi provvisori forniti è avvenuta tramite estrazione a sorte dei ‘fortunati’ beneficiari, tra lo sgomento dei cittadini interessati e dell’Italia intera.

La invito pertanto, Presidente Berlusconi, a tornare nuovamente in visita nella nostra L’Aquila: lo deve alla città, a quella parte vera che da tempo La attende per dirLe GRAZIE.

Con immensa stima

Avv. Roberto Tinari



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui