L'AQUILA: VANITY CENTER, ''CICCI'' ROSSI SA RESISTERE
''DOPO IL SISMA POTEVO ANDARE VIA, MA LA TESTA E' DURA''

Pubblicazione: 08 agosto 2016 alle ore 09:00

Concetta "Cicci" Rossi
di

L'AQUILA - Non molla, continua a resistere imperterrita, tosta come sempre.

Concetta "Cicci" Rossi, anima e padrona del centro estetico Vanity Center, in viale di Collemaggio numero 1, fra tre anni, a settembre, festeggerà tre decenni di attività e di sicuro non troverà un attimo neanche in quell'occasione per dare riposo a mente e corpo.

Mente e corpo che, ammette ad AbruzzoWeb, "sono stanchi", ma è così che va per chi ha avuto la forza, nonostante tutto, di riaccendere le luci di un'attività lavorativa in un centro storico terremotato, per di più in una zona fortunatissima negli anni prima dei crolli del 6 aprile del 2009, non in questi di cantieri, feste a intermittenza, crisi economica in generale. 

"Ma questa è sempre stata la mia 'casa' dal 1998 (dal 1989 Vanity Center era sempre in centro, ma in via Goriano Valli) - spiega a questo giornale Cicci Rossi - non potevo che rientrare qui. Ho avuto l'opportunità, dopo il terremoto, di cambiare città, c'è stata la possibilità di andare a lavorare a Roma o a Pescara. Invece, ho puntato tutto sull'Aquila. Sulla mia L'Aquila. Anche se è stato e continua ad essere molto, molto difficile".

Già, perché non è affatto semplice la vita di chi staziona in un centro storico quasi sempre o pieno di operai, o deserto, a parte qualche grande e certamente bella - ma non risolutiva - iniziativa che porta qualcosa che somiglia più o meno al turismo".

"Quelli post-sisma fino ad oggi - racconta - sono stati anni durissimi. E la situazione non migliora. Dal trasloco alla palestra Sporting Center in periferia dal 2010 al 2013, fino al rientro nell'agosto del 2013 nella sede di sempre, è stata davvero tosta, tostissima, tra i disagi per i lavori dei sottoservizi e gli altri cantieri della ricostruzione, gli 'avvisi' ai clienti sui percorsi migliori per arrivare qui in negozio, il nulla che spesso ha accompagnato non solo me dalla mattina fino alla sera. E poi, il rimettere in piedi un'attività di questo genere. Davvero, a un certo punto avevo le mani e la schiena piegate dalla fatica. Per non perdere una grossa fetta di clientela abituale, dopo il 6 aprile sono andata, anche in bicicletta, a fare le cerette alle donne aquilane disseminate sulla costa adriatica". 

"Per non parlare del tempo che ho impiegato per riassemblare i macchinari da lavoro sparsi in tre punti diversi - continua -. Con mio fratello, sono arrivata a rivestire a mano i lettini di ecopelle. Ma non mi sento un'eroina, è stata una scelta da aquilana vera, da persona che tiene al lavoro di una vita e a cui manca tanto la città che fu. Una cosa che rifarei centocinquantamila volte".

"Anche se - e qui scatta una bella tirata di orecchie anche a questo giornale - mi sarebbe sembrato normale dare un po' di risalto mediatico a chi, come me, ha avuto il coraggio di riaprire in un punto del centro storico lontano dalle luci più fortunate della ricostruzione post-sisma. Giusto, giustissimo, dare spazio a chi apre, ma credo sia altrettanto giusto e giustissimo fare lo stesso con chi c'era prima del terremoto e ha voluto esserci anche dopo".

"Io ci sono ancora - conclude - e tra un po' saranno vent'anni di Vanity Center qui, al numero uno di viale di Collemaggio, a parte la parentesi periferica. Sono consapevole che è sempre più dura andare avanti, ma spero che questo mio messaggio arrivi forte e chiaro a chi ha il potere e il dovere di fare il più in fretta possibile per restituire a tutti noi il centro storico dell'Aquila. Senza quello, L'Aquila, semplicemente, non è".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE


ACCADEMIA DELLE SCIENZE D’ABRUZZO, EVENTO A MONTESILVANO
SU AMBIENTE, SALUTE E MONDO PRODUTTIVO

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui