L'AQUILA: VENDUTE LE POSTE IN SEGRETO,
''MA DEVONO TORNARE A PIAZZA DUOMO''

Pubblicazione: 04 gennaio 2015 alle ore 10:07

Lo storico episodio delle Poste centrali dell'Aquila
di

L’AQUILA - È allarme all’Aquila per la vendita dello storico palazzo delle Poste e Telegrafi, in piazza Duomo, da parte del gruppo Poste italiane “a un fondo immobiliare privato”, come svela ad AbruzzoWeb il sindaco del capoluogo, Massimo Cialente, spiegando che “l’operazione è avvenuta lontano dai riflettori e senza interpellare l’amministrazione comunale”.

“Siamo rimasti molto sorpresi nell’apprendere di questo passaggio di proprietà e abbiamo subito presentato alla delegazione di Poste italiane le nostre giustificate rimostranze - afferma il primo cittadino - Si palesa il pericolo che la nuova proprietà decida per un totale stravolgimento della destinazione d’uso dell’immobile”.

L’amministrazione Cialente, invece, “intende lavorare e adoperarsi, lo sta già facendo da tempo, perché almeno al piano terra di quell’edificio torni un ufficio postale. Così come era prima del 6 aprile 2009”.

“Ritengo - continua il sindaco - che quella di piazza Duomo sia la sua sede naturale e più appropriata. Per i piani superiori si può invece pensare di valutare le diverse richieste giunte in Comune per la realizzazione di spazi commerciali, uffici e, perché no, anche un albergo, tenuto conto dello stabile di pregevole architettura”.

Secondo quanto reso noto da Cialente, “in uno degli incontri con la delegazione di Poste italiane c’è stato l’impegno da parte del gruppo a ripristinare appunto la sede di piazza Duomo”.

“Il centro storico dell’Aquila si avvia a diventare uno dei più belli ed eleganti d’Italia - promette il sindaco - Credo che non si possa pensare a collocare un ufficio postale in un luogo diverso. Oggi è in una posizione scomoda e credo anche con dei costi elevati di affitto”, fa notare, in riferimento alla sede di Centi Colella, nell’estrema periferia Ovest.

“Teniamo conto che oltretutto, nello stabile di piazza Duomo, non c’è più l’ostacolo delle barriere architettoniche - prosegue ancora Cialente - L’accesso ai disabili è consentito dallo scivolo posto a lato della scalinata principale”.

Sempre il sindaco conclude annunciando che “l’assessore alla Ricostruzione Pietro Di Stefano segue le trattative con il gruppo Poste italiane e con la nuova proprietà del palazzo e porta avanti la battaglia per mantenere il presidio delle poste nel cuore della città”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui