L'ARTE CONTEMPORANEA IN ABRUZZO TRA 1960 E 1990 IN CICLO DI CONFERENZE

Pubblicazione: 03 aprile 2019 alle ore 10:51

CHIETI - Comincia oggi alle 17.30, nei locali di Palazzo Zambra a Chieti, il ciclo di conferenze organizzato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell'Abruzzo su arte contemporanea e architettura.

La prima conferenza, a cura di Antonio Zimarino, si intitola "Una straordinaria corsa verso il Presente - L'Arte Contemporanea in Abruzzo 1960-1990", altre due seguiranno l'8 e il 22 maggio.

Che rapporto ha avuto e ha l'Abruzzo con le ricerche artistiche contemporanee? "Questo l'interrogativo che si pone la conferenza - sottolinea la soprintendente Mencarelli - nell'affrontare un tema inedito nel panorama della produzione artistica contemporanea in Abruzzo".

Zimarino, storico dell'arte, critico e saggista, ripercorre i nodi salienti di questo rapporto considerato 'marginale' rispetto al movimento artistico italiano contemporaneo e che invece storicamente mostra una specificità e un preciso 'dare e avere' che potrebbe cominciare a farci ripensare cosa significhino i concetti di 'centro' o 'periferia'.

Ripercorrere questa storia si rivela in realtà un "caso di studio" interessante per comprendere alcune fasi importanti della recente storia culturale del nostro Paese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui