• Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

NON SAREBBERO LA CAUSA LE POLEMICHE PER LA SORGENTE RADIOATTIVA

LABORATORI GRAN SASSO: L'INFN ANNULLA
ESPERIMENTO SOX, ''IMPOSSIBILITA' TECNICA''

Pubblicazione: 01 febbraio 2018 alle ore 16:53

L'AQUILA - Salta l'esperimento delle polemiche sotto il Gran Sasso a causa di difficoltà tecniche.

In una nota, l’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) e il Commissariat à l'énergie atomique et aux énergies alternatives (Cea) francese comunicano infatti la decisione “presa di comune accordo” di annullare il progetto Sox per l’impossibilità tecnica di realizzare l’esperimento, sul quale ci sono state forti polemiche sul territorio per l'utilizzo di una sorgente radioattiva, pur protetta.

Dopo le difficoltà di cui aveva informato a dicembre, il produttore della sorgente, il russo Mayak, ha comunicato in modo definitivo che non è in grado di realizzare il generatore di antineutrini basato sul Cerio 144, che avrebbe dovuto costituire il cuore del progetto Sox.

Il generatore avrebbe, infatti, un’intensità di non più di 50 kCi (kilocurie), che corrisponde a circa un terzo di quanto richiesto dal progetto, e quindi non avrebbe le caratteristiche di attività necessarie, cioè non fornirebbe un numero sufficiente di antineutrini, per condurre l’esperimento in modo scientificamente efficace e competitivo.

Il progetto, che era risultato vincitore di due Erc (European reaserch council) grant, i finanziamenti europei più prestigiosi e ambìti riservati a progetti di ricerca altamente innovativi e challenging, e che era nel programma scientifico dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Infn, non sarà quindi realizzato.

“Sapevamo che costruire una sorgente di antineutrini con le caratteristiche necessarie perché il nostro progetto fosse in grado di produrre risultati scientifici significativi e fosse competitivo a livello internazionale era una sfida tecnologica impegnativa - spiega Marco Pallavicini, coordinatore del progetto Sox - ma la grande rilevanza scientifica dell’obiettivo e la possibilità di realizzarla che ci era stata prospettata ci avevano guidati in questa impresa”.

“Oggi, purtroppo, dobbiamo prendere atto dell’impossibilità di produrre una sorgente idonea, - prosegue Pallavicini - È un duro colpo per me e per i tanti, soprattutto giovani, che ci credevano e che hanno lavorato con grande impegno in questi anni per portare Sox a realizzazione”.

“Ma sappiamo anche che così funziona la ricerca scientifica di frontiera: si affrontano problemi complessi e si valutano soluzioni tecniche e tecnologiche d’avanguardia, e talvolta può accadere che al momento della loro implementazione si riveli l’impossibilità di portarle a compimento - conclude - Il nostro compito di ricercatori è ora puntare con fiducia a nuovi obiettivi”.

I NEUTRINI STERILI E IL PROGETTO SOX

Esistono tre tipi di neutrini: elettronico, muonico e del tau che, quando interagiscono con la materia, possono produrre rispettivamente elettroni, muoni e particelle tau.

I neutrini possono, tuttavia, trasformarsi da un tipo in un altro: questo fenomeno si chiama oscillazione del neutrino.

Alcuni rivelatori di neutrini nel mondo hanno osservato in flussi di neutrini elettronici un’anomalia in questo processo di oscillazione, misurando la scomparsa di alcune di queste particelle, anomalia che si può spiegare con l’esistenza dei cosiddetti neutrini sterili.

La scoperta di queste particelle avrebbe implicazioni profonde per la comprensione dell’universo e della fisica delle particelle fondamentali.

Il neutrino sterile aprirebbe, infatti, una nuova era nella fisica e nella cosmologia, perché sarebbe la prima particella scoperta non compresa nel Modello Standard, che è la nostra attuale teoria che descrive le particelle elementari e le interazioni che ne regolano il comportamento.

Sox (Short distance oscillations with borexino) aveva come obiettivo scientifico la conferma o la chiara confutazione del fenomeno delle anomalie del neutrino.

Progettato per cercare di individuare i neutrini sterili, Sox prevedeva il lavoro in tandem di un generatore di antineutrini, basato su una sorgente radioattiva di Cerio 144, e dell’esperimento Borexino, il più sensibile e radiopuro rivelatore di neutrini e antineutrini al mondo, in attività dal 2007 ai Laboratori sotterranei del Gran Sasso dell’Infn, al riparo dai raggi cosmici grazie ai 1.400 metri di roccia del massiccio sovrastante.

Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor


© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

ESPERIMENTO CON MATERIALE RADIOATTIVO AI LABORATORI GRAN SASSO, E' POLEMICA

L’AQUILA - Nei Laboratori di fisica nucleare del Gran Sasso è in corso la predisposizione per l’esperimento Sox che utilizzerà una potente sorgente radioattiva di Cerio 144 proveniente da combustibile radioattivo di un reattore nucleare russo. La... (continua)

''L'ESPERIMENTO SOX VA ABBANDONATO'', PER FORUM H2O ''DA INFN GRAVI OMISSIONI''

L’AQUILA - “Per l’esperimento Sox, l’Istituto nazionale di Fisica nucleare omise di indicare la presenza delle captazioni potabili. Adesso si devono ritirare in auto-tutela le autorizzazioni e i pareri per Sox e togliere le 2.300 tonnellate... (continua)

LABORATORI GRAN SASSO: DIRETTORE, NON SI POSSONO INGRANDIRE. IENE? NON MI PENTO

L’AQUILA - “Dimensionalmente il Laboratorio del Gran Sasso non può essere allargato, dobbiamo farci bastare quello che c’è, ma può essere migliorato nei suoi aspetti infrastrutturali”. Così Stefano Ragazzi, direttore della struttura di ricerca dell’Istituto nazionale di... (continua)

ACQUA GRAN SASSO: LOLLI, ''VA ISOLATA DA A24 E LABORATORI, PAGHI LO STATO''

L’AQUILA - “Stiamo lavorando a una soluzione definitiva che isoli totalmente l’acqua del Gran Sasso dalle attività dell’autostrada e del laboratorio di fisica”. Lo ha detto il vice presidente della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, a margine della... (continua)

ESPERIMENTO SOX: FORUM ACQUA CHIEDE NUOVO PIANO DI EMERGENZA ESTERNO

L'AQUILA - "Attualmente sono stoccate irregolarmente 2300 tonnellate di sostanze chimiche pericolose all'interno dei laboratori del Gran Sasso per due esperimenti (Lvd e Borexino) e che essendo pericolose, devono essere allontanate secondo quanto prevede la legge". Così,... (continua)
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsor

ALTRE NOTIZIE

Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
TACCUINO ELETTORALE
ELEZIONI: GIULIO SOTTANELLI (NOI CON L'ITALIA - UDC) INCONTRA I CITTADINI A ROSETO
oggi
ELEZIONI: ENRICO DI GIUSEPPANTONIO (NOI CON L'ITALIA) INCONTRA I CITTADINI AL COMITATO ELETTORALE
oggi
ELEZIONI: I CANDIDATI DI +EUROPA INCONTRANO I CITTADINI A TOCCO DA CASAURIA
oggi
ELEZIONI: POTERE AL POPOLO, COMIZIO DI ACERBO A LETTOMANOPPELLO
oggi
ELEZIONI: LIBERI E UGUALI, LUCA TELESE INTERVISTA NICOLA FRATOIANNI
oggi
ELEZIONI: GLI APPUNTAMENTI DELLA PEZZOPANE, CIALENTE E PANEI (PD)
da oggi fino a martedì 27 febbraio
ELEZIONI: CIALENTE-PEZZOPANE, I PROSSIMI INCONTRI CON LA CITTADINANZA
da oggi fino a martedì 27 febbraio
ELEZIONI: GLI APPUNTAMENTI DI CIALENTE E DELLA PEZZOPANE (PD)
da oggi fino a martedì 27 febbraio
Taccuino completo
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
SPECIALE
TERREMOTO E RICOSTRUZIONE
TERREMOTO E RICOSTRUZIONE, SPECIALE ABRUZZO
L'AQUILA CHE RIPARTE
TERREMOTO E RICOSTRUZIONE, L'AQUILA CHE RIPARTE
SOCIAL NETWORK
SERENA MENTE
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui