• Abruzzoweb sponsor

MONTA LA PROTESTA PER CONSEGNE MAI EFFETTUATE, VOCI INSISTENTI SU CHIUSURA NEGOZIO SAN GIOVANNI TEATINO, CODICI LANCIA ALLARME

MAGRI' ARREDA COME MERCATONE UNO: ASSOCIAZIONE CODICI ''CLIENTI PAGANO MA I MOBILI NON ARRIVANO''

Pubblicazione: 08 luglio 2019 alle ore 17:06

L'AQUILA - "Se fosse un film si potrebbe intitolare 'Mercatone Due, la vendetta'. Perché il nuovo caso di un ipermercato di arredamenti in difficoltà richiama alla mente il recente fallimento di Mercatone Uno".

Questa volta protagonista della vicenda è Magrì Arreda, società che ha diverse sedi sparse in Italia tra Puglia, Basilicata, Abruzzo e Lombardia. A denunciare il disagio di tanti clienti è il Centro per i diritti del cittadino, Codici.

Caparre già versate per mobili e cucine mai consegnate. E che potrebbero non essere consegnate mai.

Tra le varie sedi sparse in Italia, si parla di un punto vendita in particolare, quello abruzzese di San Giovanni Teatino, in chiusura, “con le ultime due commesse rimaste per tutelare quanti più clienti possibile e il direttore che sarebbe irreperibile da un mese”.

I clienti stanno riscontrando notevoli problemi in alcuni punti vendita. Sul web, in particolare su Facebook, sono tante le proteste di chi ha versato un acconto o ha già saldato tutto scegliendo un finanziamento per l'acquisto ad esempio di una cucina o di una cameretta, ma la consegna non è mai avvenuta ed i tentativi di contattare l'azienda sono stati inutili, perché i responsabili sono irreperibili.

Da una visura ottenuta dalla Camera di commercio di Brindisi risulta che Magrì Arreda, con sede legale a Francavilla Fontana (Brindisi), ha un capitale sociale da 100 mila euro.

"Sta dilagando il fenomeno di società che aprono molti punti vendita, con capitali inadeguati a garanzia delle obbligazioni e che, però, rastrellano acconti dai consumatori. Per questo motivo andrebbe vietato per legge un acconto superiore al 10/20% del totale", spiega a Repubblica l’avvocato Domenico Romito, presidente di Avvocati dei consumatori, l’associazione che, negli scorsi giorni, ha anche presentato una segnalazione alla Guardia di Finanza perché faccia luce su questa vicenda.

Intanto Codici invita i clienti a segnalare il proprio caso al numero 06.5571996 oppure all'indirizzo email [email protected] L'associazione ha già avviato un'azione collettiva popolare per tutelare i clienti coinvolti nel fallimento di Mercatone Uno.

Sul sito www.codici.org è possibile scaricare il modulo di adesione.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui