MANOVRA: IN ARRIVO FONDI PER CARCERI DELLE ZONE COLPITE DAL SISMA 2016

Pubblicazione: 20 dicembre 2017 alle ore 20:19

I banchi della Camera dei deputati

ROMA - Fondi per ripristinare il pieno funzionamento delle carceri, altri per favorire nuovi investimenti, altri ancora per il funzionamento degli uffici speciali regionali, e il riconoscimento dell'esenzione dal versamento dei contributi previdenziali anche alle imprese familiari o individuali. 

Sono alcune delle novità per le zone del sisma del Centro Italia del 2016 previste da un emendamento del Partito democratico alla manovra, a firma Carrescia, riformulato e approvato dalla commissione Bilancio della Camera. 

Tra le altre novità il trasferimento ai Comuni della proprietà delle casette costruite per l'emergenza (Sae) e ritocchi alle misure sulle zone franche urbane (la perdita di fatturato si calcola per 4 mesi, compresi gennaio e febbraio 2017) e al perimetro di azione delle diocesi come stazioni appaltanti. 

Via libera anche a un emendamento di Ap che consente assunzioni a tempo determinato a Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo per assicurare le attività di allerta, soccorso e assistenza. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui