MAR GIALLO: MOSTRA DI STEFANO IANNI IL 26 SUL TRABOCCO SASSO DELLA CAJANA

Pubblicazione: 24 agosto 2017 alle ore 17:09

L'artista aquilano Stefano Ianni espone sul trabocco sasso della Cajana

CHIETI - L’arte contemporanea su uno dei trabocchi più belli e suggestivi della costa abruzzese, per la msotra dell’artista aquilano Stefano Ianni che allestirà il ciclo Mar Giallo,  sabato 26 agosto  presso il Trabocco Sasso della Cajana di Marino Verì in località Vallevò (Chieti).

Ianni con questo ultimo ciclo indaga proprio il mare e la sua vita, ed è reduce dal successo delle personali di Istanbul e Pescara, questa sua personale abruzzese potrà essere visitata dall’alba al tramonto, magari immergendosi nelle acque cristalline del mare che bagna questa zona d’Abruzzo.

Mar Giallo, l’ultima ricerca del pittore, è ispirata al mare inteso nelle sue  tante accezioni ma soprattutto come flusso continuo, il fluctus latino inteso come onda tutelata dal dio Nettuno poi il colore giallo simbolo di  vita e di gioia di vivere, di allegria e di immaginazione.

Questi due concetti creano insieme opere intense e di grandissimo impatto realizzate usando tessuto in pile, gommapiuma, pellicole trasparenti e compensato, come avviene nella più grande per dimensioni (200x360) di esse dal titolo, appunto, 'Grande Mar Giallo'.

Sono 52 pannelli, in cui Ianni "immerge completamente l’osservatore in un’installazione verticale che contrasta con il bisogno rassicurante di un “mare orizzontale” e rafforza il senso di spaesamento dello spettatore".

Inizia così un vero e proprio viaggio di scoperta guidati da un’onda gialla che ti fa imbattere in indefinite creature marine che hanno il tratto denso e potente che semplifica e cancella i particolari e ne evidenzia la forza e la capacità di attrazione.

Situata nel cuore della costa dei trabocchi Vallevò, questa amena località, vedrà interagire le opere re-lative agli ultimi due anni di produzione, già esposte presso la RussoArt Gallery con la NeoArt Gallery di Ferdan Yusufi e Giorgio Bertozzi di Istanbul e presso lo spazio UsoMagazzino di e con Lucio Rosato di Pescara.

I trabocchi sono luoghi tipici della cultura abruzzese degnamente descritti nel Trionfo della Morte di Gabriele D’Annunzio: "le due maggiori antenne verticali, sostenute alla base da piuoli di tutte le grossezze, s’intersecavano s’intralciavano congiunti tra di loro per mezzo di chiodi enormi, stretti da fili di ferro e da funi, rinforzati con mille ingegni contro le ire del mare".

"Dopo l’incontro con Marino Verì in questo luogo unico - spiega Ianni - l’idea di portare qui i miei ultimi lavori è scattata immediata. Così il passo per progettare un’ esperienza insieme è stato breve".

Proprio per il sito e le condizioni molto particolari la mostra resterà allestita soltanto per un giorno mentre la vita al trabocco Sasso della Cajana continuerà a scorrere regolarmente.

Tutta la struttura sarà interessata dall’allestimento ed oltre a due grandi composizioni ed una fuga lineare di elementi che percorreranno il sistema di pontili che portano al casotto principale sono previste tre grandi elementi di dieci metri ciascuno che interaggiranno tra il sistema di tiranti e la struttura principale.

"Tutti questi lavori recenti, legati al cambiamento radicale della mia vita dopo il terremoto che ha distrutto la mia città, tendenzialmente si offrono al pubblico - aggiune l'artista - quando ho iniziato ad utilizzare pelliccia sintetica, quando non è messa sottovuoto, volevo che le mie opere fossero toccate, era un modo per far interagire il pubblico con il mio lavoro".

"Adesso l’elemento dirompente è il giallo. Questo tipo di giallo molto forte ed intenso, molto saturo e carico che suggerisce il massimo della positività, un colore molto vicino alla spiritualità del bianco, allo stesso tempo ha una grande carica di energia fisica, residuo della luce solare".

"Insieme a questa forza vitale - conclude - c’è il tema del mare che deriva  sia dalle dimensioni del lavoro, perché ho realizzato oltre cinquanta  pannelli, sia dagli elementi visivi che dialogano con il giallo. Anche questi sono resti delle mie ricerche precedenti sulla natura morta".

 In caso di condizioni meteo avverse l’evento sarà annullato, per informazioni è possibile contattare Marino Veri 347/913 5043 o Stefano Ianni 338/9656195.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui