MARE INQUINATO: A PESCARA
DOPO ANNI LA SVOLTA CON IL
''PARCO DELLA DEPURAZIONE''

Pubblicazione: 21 febbraio 2017 alle ore 15:44

PESCARA  - Un parco della depurazione, un sistema complesso, che sorgerà attorno all'attuale depuratore, finalizzato a intercettare, soprattutto in caso di piogge, le acque, così da poterle trattare, il tutto per evitare che lo sversamento diretto nel fiume possa compromettere la balneabilità delle acque.

È il nuovo sistema depurativo che l'amministrazione comunale di Pescara intende realizzare per risolvere l'annosa questione dell'inquinamento del fiume e del mare, che ha imposto, solo nell'estate del 2016, 40 giorni di divieto di balneazione. Ad illustrare le novità, prima del passaggio in Consiglio comunale, previsto per giovedì, è il vicesindaco Enzo Del Vecchio.

Se i 12,5 milioni di euro necessari per l'adeguamento dell'attuale depuratore ci sono già, gli altri 20 che serviranno a realizzare il parco depurativo sono in arrivo. L'amministrazione intende procedere a passo spedito e entro un anno e mezzo dovrebbero essere completati i primi interventi.

"Non un nuovo depuratore - sottolinea Del Vecchio - perché quello che c'è basta ed avanza. Sono i sistemi collaterali che vanno implementati per affrontare in maniera più organica le criticità. Stiamo lavorando da tempo, abbiamo fatto analisi e indagini per individuare le aree, che saranno quelle attorno al depuratore. Intanto sono partiti i lavori per l'adeguamento dell'impianto esistente, abbiamo già reperito una vasca di raccolta di prima pioggia e ne stiamo predisponendo una seconda. Poi ci vogliono gli impianti di raccolta e trattamento che andranno a comporre questo parco della filiera della depurazione".

"È una sfida importante che purtroppo ha un ritardo - sottolinea il vicesindaco - Già nel 1997 il sindaco Pace fu raggiunto da un avviso di garanzia per gli sversamenti. I problemi non sono un fatto degli ultimi giorni, ma sono noti già dalla costruzione del depuratore, che doveva funzionare per i reflui e che nei confronti nelle acque di pioggia è impotente. Dobbiamo fare in modo che il sistema depurativo sia potente per eliminare le criticità. La balneazione è uno degli elementi straordinari, di valore del Pil economico della nostra città e dell'Abruzzo". 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui