Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

MASTERPLAN VIA XX SETTEMBRE:
CITTADINO PROTESTA IN STRADA,
COMUNE VUOLE COMMISSARIARE

Pubblicazione: 17 marzo 2017 alle ore 17:05

L'AQUILA - Più che un Masterplan sembra un calvario, il progetto di riqualificazione dell' area di via Fonte Preturo a L'Aquila lungo via XX settembre.

Una minoritaria ma agguerrita parte dei condòmini di uno degli edifici lo ritengono infatti una "mezza fregatura” perché, sostengono, dovranno cedere i loro terreni e diventare soggetti attuatori della realizzazione di una nuova piazza pubblica, a loro rischio e pericolo, in termini di responsabilità penali, e anche di spese non coperte dal contributo di ricostruzione, se qualcosa dovesse andare storto.

Ed è per questo che uno dei condòmini del fronte del no, il signor Riccardo De Santis ha oggi manifestato con un cartello al collo su è giù per le vie del centro, e anche in periferia, e davanti l’ospedale San Salvatore. Sul cartello la frase “giù le mani dal condominio di via Fonte Preturo".

"Vogliamo che il nostro palazzo – spiega ad Abruzzoweb il signor De Santis -  venga abbattuto e ricostruito, come tutti gli altri, sono otto anni che aspettiamo. La nuova piazza la deve realizzare il Comune, noi non vogliamo accollarci nessun rischio. Si prendano pure il terreno, e facciano un accordo diretto con la ditta, visto che, sarà lei, non certo noi, la maggiore beneficiaria del Masterplan poiché entrerà in possesso di negozi, parcheggi sotterranei e anche alcuni appartamenti rimasti vuoti".

Insomma De Santis, insieme ad una decina di altri condòmini, la convenzione del Masterplan non la vogliono firmare. E non sono bastati anni di assemblee infuocate, e trattative estenuanti con l'ente. Eppure la maggior parte dei condòmini di Via Fonte Preturo al Masterplan è favorevole, e a loro non interessa nulla se poi i negozi saranno ceduti alla ditta costruttrice. Ritengono che la cessione del terreno faccia parte dell'intera operazione di riqualificazione, cosa che farà aumentare il valore delle abitazioni, in base ad alcuni calcoli da 1.200 euro a metro quadro a oltre 2.000. I coinvolti chiedono solo garanzie assolute che l'operazione sarà per loro a costo zero.

Ma la convenzione va firmata all’unanimità. E senza di essa, non si può procedere all’assegnazione dei lavori.

Il Comune come già riferito da AbruzzoWeb ha dunque annunciato già da novembre 2016 di procedere al commissariamento dell’assemblea dei condomini, per sbloccare un situazione oramai incancrenita.

Non è escluso che questo passaggio d’imperio avverrà nelle prossime settimane, prima comunque delle elezioni comunali.

Del resto il "Progetto unitario di via XX settembre zona banca d'Italia Belvedere", è uno dei uno dei vanti del sindaco Massimo Cialente, e dell'assessore al ramo Pietro Di Stefano. Dove c'erano vecchi edifici degli ani '50 edifici il Masterplan prevede la nascita di una nuova avveniristica piazza da 2 mila metri quadrati, con portici che affacciano su via XX settembre, locali commerciali e direzionali, e l’abbattimento con ricostruzione, dai canoni estetici architettonici molto più attuali e gradevoli, del condominio di via Fonte Preturo e degli altri edifici coinvolti,  il condominio di via Castiglione, e il civico 123, sbriciolato dal sisma e dove morirono cinque persone. il palazzo Anas, già abbattuto. Interessato al Masterplan.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

L'AQUILA: MASTERPLAN VIA XX SETTEMBRE, ARRIVA L'AUT AUT DEL COMUNE

di Filippo Tronca
L'AQUILA - Il Comune dell'Aquila si vedrà costretto a procedere attraverso "gli strumenti a disposizione per il conseguimento del pubblico interesse", leggi commissariamento, per accelerare la realizzazione del Masterplan di via XX settembre, e conferma che sono state... (continua)

MASTERPLAN VIA XX SETTEMBRE: IN MOLTI LO VOGLIONO, ''NOI OSTAGGIO DI CHI DICE NO''

di Filippo Tronca
L'AQUILA - "A noi interessa solo rientrare a casa: il Masterplan ci va bene, non è un problema cedere il terreno né che le premialità vadano a vantaggio dell'impresa, ma ci sentiamo ostaggio di chi non vuole... (continua)

ALTRE NOTIZIE

Messaggio elettorale a pagamento
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui