MATURITA' 2017: GLI STUDENTI AQUILANI
SPIAZZATI DALL'ITALIANO, ''CHI E' CAPRONI?''

Pubblicazione: 21 giugno 2017 alle ore 16:50

di

L'AQUILA - "Ma chi c...o è Giorgio Caproni?".

Greve ma schietta, è questa la frase con cui molti studenti aquilani esordiscono all'uscita da scuola nel primo giorno dell'esame di maturità 2017.

Sorridono tra loro, soddisfatti di come sia andata la prova di italiano, ma parlando con AbruzzoWeb si dicono comunque stupiti della scelta del poeta livornese Caproni per quanto riguarda l'analisi del testo: autore che, a quanto pare, è semisconosciuto alla quasi totalità dei ragazzi.

Come consuetudine da qualche anno, nel giorno precedente alla prova scritta di italiano era partito il 'tototraccia', una spasmodica ricerca tramite il web, fuga di notizie, voci di corridoio o semplici calcoli sulle ricorrenze, dell'autore su cui sarebbe potuta vertese l'analisi del testo. Era Luigi Pirandello il più quotato tra i ragazzi aquilani, molti dei quali hanno passato la fatidica notte prima degli esami cencando di carpire tutti i segreti della teoria pirandelliana della crisi dell'io. Ma inutilmente.

"Eravamo tutti convinti che uscisse Pirandello, poiché ricorrono quest'anno 150 anni dalla sua nascita, oppure un tema sulla mafia a 25 anni dalla strage di Capaci - racconta ad AbruzzoWeb Giulia Ruocco, maturanda dell'Itis - Caproni? Nessuno lo conosce o lo ha studiato durante l'anno scolastico".

"Sulla tecnologia le tracce erano due, ma l'argomento era quasi uguale, i temi si differenziavano soltanto per i documenti allegati, alla fine la mia scelta è ricaduta sul saggio breve di ambito storico-politico - spiega la studentessa - quello sul tema della distruzione e della ricostruzione, mi è sembrato più semplice perchè si tratta di un argomento che ho vissuto in prima persona".

Non è dello stesso avviso Gabriele Giusti, un maturando del liceo Scientifico "Bafile" dell'Aquila: "Una traccia banale, così scontata da escluderla a priori nel 'tototraccia', ma evidententemente la nostra è stata una valutazione errata", sospira.

"Io ho svolto il tema artistico-letterario 'Idillio e minaccia nei confronti della natura' - aggiunge - un titolo che mi ha subito colpito e durante lo svolgimento della prova mi sono anche divertito, riuscendo a trovare collegamenti con pezzi importanti della mia infanzia, come il film 'il Re Leone' della Disney" .

Tallone d'Achille degli studenti aquilani? "Sicuramente la seconda prova, almeno per i ragazzi dello Scientifico - prosegue Giusti - la prova più temuta in assoluto è quella di matematica".

Lo stesso tema è stato svolto anche da Giampiero Tinari, anche lui maturando allo Scientifico del capoluogo, che guarda già al futuro: "L'anno prossimo andrò sicuramente all'università, ma non all'Aquila, perché la facoltà che ho scelto non c'è".

Tra i ragazzi dello Scientifico, Alessandro Irti ha voluto puntare sull'ambito tecnologico: "Tecnologia e mondo del lavoro è certamente un tema delicato, ma è la traccia che mi ha colpito di più. Secondo me corriamo il rischio che la tecnologia e il mondo dei robot prenda il sopravvento in ambito lavorativo e man mano vadano scomparendo le specialità dell'uomo, basta guardare una fabbrica di 30 ani fa e una degli anni 2000".

Ultimo anno per la terza prova, il 'quizzone', che dal 2018 non dovrà più essere sostenuta dagli studenti italiani in sede di maturità, ma verrà sostituita dalla prova Invalsi da superare entro l'anno scolastico. Sull'argomento i maturandi 2017 rispondono all'unisono invidiando i successori tra 12 mesi: "Beati loro, sono fortunati!".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui