• Abruzzoweb sponsor

MERCATONE UNO: A SAN GIOVANNI TEATINO PRESIDIO DEI LAVORATORI

Pubblicazione: 01 giugno 2019 alle ore 16:42

SAN GIOVANNI TEATINO - Il sindaco di San Giovanni Teatino Luciano Marinucci ha incontrato e portato solidarietà ai lavoratori di Mercatone Uno in presidio davanti ai cancelli del centro commerciale, chiuso in seguito al fallimento del gruppo. Il presidio proseguirà anche domani.

"Siamo fortemente preoccupati per i lavoratori e le loro famiglie. La Shernon Holding, società subentrata all'amministrazione straordinaria - spiega Marinucci - in nove mesi ha accumulato 90 milioni di euro di debiti. Una situazione insostenibile che non poteva protrarsi e giustifica la sentenza del fallimento, decretata dal Tribunale di Milano".

"Ora però occorre trovare risposte adeguate al reddito di questi lavoratori. Con la sentenza di fallimento sono sospesi dal lavoro e per ognuno è un dramma. È in gioco la loro dignità, calpestata anche dalle modalità con cui hanno appreso del fallimento: tramite social".

"Invito anche la Regione Abruzzo - conclude - a fare la sua parte perché il ministero dello Sviluppo economico trovi adeguate e tempestive soluzioni".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui