MICROCREDITO, FORMAZIONE E BANDO ''FARE CENTRO'':
NASCE ACAI ''GIA' 1.000 ISCRITTI, A L'AQUILA VERSO I 300''

Pubblicazione: 24 marzo 2017 alle ore 13:57

Angelo Taffo

L’AQUILA - Supporto alle piccole e medie imprese dell’Aquilano per accedere al microcredito, corsi di formazione per figure sanitarie creando cooperative che possano stare sul mercato, consulenze per sfruttare il bando “Fare Centro” per reinsediare i centri storici e iniziative di solidarietà.

Con questi obiettivi a medio e breve termine si è presentata oggi all'Aquila l’Associazione cristiana degli artigiani italiani (Acai), che ha 189 iscritti e punta a raggiungere già entro l’estate la quota di 300, come spiegato in un incontro con la stampa dall’attuale commissario regionale e provinciale aquilano, Angelo Taffo.

Sono già circa 1.000 gli iscritti abruzzesi, invece, tra i 700 di Teramo e i 100 di Chieti oltre quelli in arrivo da Pescara, dove sta nascendo ora.

All’incontro erano presenti anche il commissario della provincia di Chieti, Ettore Di Berardino, il consulente ecclesiastico, don Daniele Pinton, ed esponenti di associazioni con cui Acai sta già collaborando, Dario Verzulli (Abruzzo Autismo onlus) e Franco Marulli (Assocasa Ugl).

“Tra i nostri primi obiettivi c’è quello di accelerare sul credito e il microcredito funzionale alle attività al territorio e cercare di condurlo in porto attraverso un sistema di confidi, perché oggi portare un finanziamento a un’impresa è quasi un miracolo - ha detto Taffo - Cercheremo di collaborare con i confidi del territorio ma, se serviranno garanzie ulteriori, non lesineremo sull’intervento di grossi gruppi”.

Sulla formazione professionale “cercheremo di essere incisivi è un altro aspetto da cui non si può prescindere. Ci vuole una società che poi segua tutto il percorso - ha evidenziato Taffo - dove possibile andremo a proporla nelle aziende, altrimenti nelle sedi dovute”.

“Vogliamo fare dei corso di formazione per operatori socio sanitari e socio assistenziali, poi andremo a creare una cooperativa sociale di giovani per l’intervento sulle persone bisognose d’assistenza - ha aggiunto - In questo modo, la persona che formeremo troverà subito dopo la fine del corso un sistema societario cooperativo che la proietterà in situazioni lavorative”.

“All’inizio ci agganceremo a cooperative esistenti, ma tutto deve avere un inizio. Sensibilizziamo la politica, perché faccia bandi non da 5 milioni di euro, ma da spacchettare, alla portata anche di piccole entità - l’appello del commissario - Questo sistema non vale solo per la sanità, potremmo creare corsi e cooperative anche per altre professioni”.

Quanto al bando “Fare Centro” che prevede finanziamenti a fondo perduto per chi ricolloca attività nei centri storici terremotati nel 2009, “speriamo venga pubblicato rapidamente, lo studieremo bene per poter, poi, fare consulenza agevolata ai nostri iscritti. Al sindaco, Massimo Cialente, e a chiunque stabilisca le regole, consiglio di non emanare un bando troppo complesso, che richieda una squadra di commercialisti, avvocati e notai per essere compreso”.

Infine il legame con la solidarietà. “Il 7 aprile ci sarà il nostro primo evento pubblico, porteremo gli iscritti in una conviviale alla Fattoria Antica Forconia, le imprese offriranno la cena e il ricavato verrà devoluto all’associazione Autismo Abruzzo”, la promessa del commissario.

In tal senso, ha evidenziato, “l’ispirazione cristiana della Acai è una logica di famiglia, che ci appartiene fin da piccoli, costituisce un motivo in più per dare assistenza e sostegno alle persone più deboli. Quest’associazione non ha finalità di lucro e punta a creare anche situazioni di beneficenza come stiamo già facendo”.

In contemporanea a questo programma di iniziative, l’Associazione si sta strutturando sul territorio e al suo interno.

“Abbiamo aperto le sedi dell’Aquila e di Chieti, stiamo lavorando su quella Pescara e infine sarà la volta della sede regionale che, abbiamo già concordato, sarà nella città capoluogo di Regione - l’annuncio - Abbiamo 189 iscritti attualmente in provincia dell’Aquila, a breve ne formalizzeremo altri che ci porteranno oltre i 200 e contiamo di arrivare a 300 entro il primo congresso, anche prima dell’estate, che dovrà nominare consiglio d’amministrazione e presidente”.

Taffo viene da una lunga esperienza in altre associazioni di categoria. “I rapporti li ho sempre mantenuti di ottimo livello e così faremo con i colleghi - ha promesso - Cercherò di mettere la mia esperienza a disposizione della città, delle imprese e anche delle altre associazioni di categoria, quando ci sarà da fare squadra sarò al loro fianco”. Alberto Orsini



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui