MIGRANTE CON TUBERCOLOSI
RICOVERATO IN OSPEDALE AVEZZANO

Pubblicazione: 14 settembre 2018 alle ore 19:23

L'ospedale di Avezzano

ISERNIA - Accertato un caso di tubercolosi a Isernia su un giovane migrante nordafricano ospitato in un Centro di accoglienza temporanea (Cat) della provincia. 

Lo rende noto il direttore sanitario dell'Agenzia sanitaria regionale del Molise (Asrem), Antonio Lucchetti. 

Alcuni giorni fa "un giovane nordafricano è stato ricoverato - ha detto Lucchetti all'Ansa - all'Ospedale di Isernia. Dopo una prima diagnosi è stato trasferito ad Avezzano (L'Aquila) e dall'Uoc Malattie Infettive è arrivata la conferma.  Per questo gli altri ospiti del Cat e tutte le persone con cui è entrato in contatto sono state sottoposte al test della tubercolina. I risultati arriveranno tra qualche giorno, ma posso anticipare che siamo tranquilli poiché nessuno ha manifestato sintomi sospetti". 

Lucchetti ha detto anche che "negli stessi giorni una persona della provincia di Isernia era stata ricoverata, prima nell'ospedale cittadino, poi trasferita ad Avezzano, per sospetto di Tbc. Gli esami a cui è stato sottoposto il soggetto nel nosocomio abruzzese hanno dato, in questo caso, esito negativo". 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui