MILLEPROROGHE: D'ALESSANDRO (PD),''GOVERNO CAMBIAMENTO DIVENTA GOVERNO RAPINA''

Pubblicazione: 13 settembre 2018 alle ore 19:29

L'AQUILA - "Ciò che è accaduto con l'approvazione del Milleproroghe ha un nome: scippo. Uno straordinario scippo perpetrato a danno dei cittadini più bisognosi, che vivono ai lati della città, che sono tendenzialmente esclusi. La periferia è ovunque, dove c'è disagio sociale, dove ci sono problematiche legate alla casa. I governi a guida Pd sono quelli che hanno messo più soldi di tutti per le periferie di questo Paese. Mai era successo". 

Lo dichiara in Aula il deputato del Pd Camillo D'Alessandro, responsabile Politiche abitative del partito.

"È incredibile come i parlamentari della mia Regione, che oggi siedono in maggioranza e quando erano opposizione andavano a manifestare nelle periferie delle nostre città, oggi assistano silenti allo scippo nei confronti dei cittadini. In tutta Italia come nella mia Regione, da Chieti, a Pescara, da Teramo all'Aquila, il governo del cambiamento si è trasformato nel governo della rapina. Non basta una dichiarazione d'impegno, 19 milioni di cittadini aspettavano un fatto concreto. Il governo del cambiamento ha tradito proprio la parte di popolazione che più si era fidata di loro. Ha rubato i soldi a questi cittadini", conclude D'Alessandro. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui