• Abruzzoweb sponsor

MONTESILVANO OMBELICO DEL MONDO: 33 MILA PERSONE IN DELIRIO PER JOVA BEACH PARTY

Pubblicazione: 08 settembre 2019 alle ore 10:58

MONTESILVANO - Circa 33 mila persone, incuranti della pioggia, fan provenienti da tutta Italia in delirio, a Montesilvano, per il Jova beach party, con un esplosivo Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, a dare spettacolo sul palco.

"Sono felice di essere in Abruzzo, il Jova Beach Party è una follia e solamente dei pazzi come noi potevano farla. Ma i veri pazzi siete voi che ci sostenete", ha subito scaldato il pubblico il cantautore, che ha proposto i suoi grandi successi come Estate, Piove, Tutto l'amore che ho, Un raggio di sole, La notte dei desideri o Serenata rap. Ha omaggiato Abruzzo, "terra magica, tenace, che non si arrende, piena di storie, di vita, di coraggio", con un saltarello, Lucio Dalla con "Com'è profondo il mare".

Nei panni di un capitano ha celebrato insieme al regista Gabriele Muccino, il “matrimonio rock” per Anna Mazza e Oliver David Faieta, coppia montesilvanese che aveva pronunciato il fatidico sì in chiesa il giorno prima.  Si è esibito come dee jay, facendo ballare fino allo sfinimento migliaia di persone di tutte le età.

Il clima di festa non è stato rovinato neppure da nuvole e pioggia. L’artista ha annunciato l’esibizione sui tre palchi del villaggio dei suoi ospiti, ovvero gli Ackeejuice Rockers, Albert Marzinotto, Andro Dj, i Pinguini Tattici Nucleari, la brasiliana Flavia Coelho e Afrotonix.

Il cantautore ha poi accolto  il prorettore dell’Università d’Annunzio di Chieti-Pescara Augusta Consorti e il ricercatore Piero Di Carlo che hanno presentato un progetto finalizzato alla raccolta delle plastiche in mare. Il concerto di vasto, va ricordato, era stato annullato per le rimostranze degli ambientalisti, sull'impatto ambientale dell'evento per il fragile ecosistema scelto.

Il piano viabilità ha funzionato, così come il servizio navetta da Pescara, polemiche, soprattutto da parte di commercianti e cittadini non interessati all’evento, per il parcheggio dell’area di risulta della stazione ferroviaria di Pescara rimasto quasi vuoto visto che 5mila posti auto erano riservati al prezzo di dieci euro a chi avesse il biglietto del concerto.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui