MORTE PER INCIDENTE MATTEO CECI
DOPO TRE ANNI UN RINVIO GIUDIZIO

Pubblicazione: 04 ottobre 2017 alle ore 15:59

TERAMO - Ad oltre tre anni dall'incidente in cui perse la vita Matteo Ceci, il 34enne di Crognaleto deceduto ad agosto del 2014 a bordo della sua moto dopo essersi schiantato contro un autobus nella galleria di Piaganini, questa mattina il gup Roberto Veneziano ha rinviato a giudizio, per quella morte, l'allora responsabile della manutenzione ordinaria sui tronchi stradali gestiti dal compartimento Anas Abruzzo quale direttore di centro.

Per l'uomo, che deve rispondere di omicidio colposo, il processo si aprirà il prossimo 15 dicembre davanti al Tribunale di Teramo. Per la stessa vicenda sono già a processo altre due persone: l'allora caponucleo dell'Anas e il conducente del bus contro il quale si schiantò il giovane.

L'incidente in cui morì Ceci si consumò in pochi istanti in un pomeriggio di agosto del 2014 quando il ragazzo, che si trovava in moto insieme ad un amico, imboccò la galleria di Piaganini dove perse il controllo del mezzo, molto probabilmente a causa dell'asfalto bagnato, venendo sbalzato dalla moto e schiantandosi contro un autobus che procedeva in senso opposto. Uno schianto che gli fu fatale.

Al termine delle indagini la Procura aveva chiesto il processo sia due imputati già a processo che per un capocantoniere dell'Anas che all'epoca scelse il giudizio abbreviato.

Ai due dipendenti dell'Anas, infatti, la Procura contestava in concorso di non aver rilevato e segnalato, come scritto nel capo d'imputazione, "il pericolo rappresentato dal ristagno di acqua nel predetto tratto di strada" ed in ogni caso di non essersi adoperati per mettere in atto i relativi interventi volti ad eliminare o ridurre le infiltrazioni.

Accuse che davanti al gup avevano retto solo per il caponucleo mentre il capocantoniere era stato assolto. Sempre in quell'udienza, però, il gup aveva rinviato gli atti al pm per valutare eventuali responsabilità a carico dell'allora responsabile della manutenzione ordinaria sui tronchi stradali gestiti dal compartimento Anas della Regione Abruzzo, per il quale oggi è arrivato il rinvio a giudizio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui