MORTO IL GIORNALISTA ABRUZZESE CANDITI, FIRMA DEL RESTO DEL CARLINO

Pubblicazione: 01 novembre 2018 alle ore 16:08

BOLOGNA - È morto a Bologna a 72 anni Roberto Canditi, firma storica della cronaca del Resto del Carlino.

Nato a Bussi sul Tirino (Pescara) arrivò a Bologna ai tempi dell'Università, iscrivendosi a Fisica.

All'epoca, per arrotondare, lavorò in una tipografia del centro storico, dove inizialmente fece il correttore e poi cominciò anche a scrivere e quindi fu preso al Carlino.

Nel quotidiano della città si occupò a lungo di cronaca nera e soprattutto di giudiziaria, diventando vice caposervizio.

Cronista avventuroso e spericolato, raccontò tra l'altro i moti studenteschi del '77 con l'omicidio di Francesco Lorusso, poi il terrorismo, la Strage di Bologna e dell'Italicus, i delitti della Banda della Uno Bianca.

Curò inoltre rubriche televisive, sulla medicina. I funerali si celebreranno in forma privata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui