MOVIMENTO PER LA VITA
INDIPENDENTE: LA REGIONE
NON MANTIENE PROMESSA

Pubblicazione: 25 dicembre 2017 alle ore 16:33

PESCARA - Il contributo del 2017 ridotto da 600 mila a 400 mila euro annui e l'emendamento per il 2018 - che doveva portare il contributo a 2 milioni di euro - bocciato in Consiglio regionale: a denunciarlo è il Movimento Vita Indipendente Abruzzo in una lettera a Gesù Bambino, a proposito delle "promesse non mantenute" da parte della Regione Abruzzo, in cui si invita il governatore D'Alfonso a "un bel confronto televisivo" sull'argomento.

"Caro Gesù bambino - scrive il responsabile del Movimento, Manolo Pelusi - come tutti gli anni mi tocca scriverti cose spiacevoli. Sai, le beffe alla disabilità abruzzese continuano: la maggioranza presieduta dal governatore D'Alfonso, non solo non ha mantenuto la promessa dell'assessore Sclocco, fatta il 30 maggio scorso, con la quale affermava il ripristino del contributo di 600 mila euro per i progetti di vita indipendente; mi chiedi il motivo? Semplice, non è dato saperlo, perché sulla L.R.57/12 riguardante il 2017, ci siano stanziati solo 400 mila euro. Ignorando la petizione promossa dal movimento. Non si capisce il motivo perché dopo due anni che si è finanziata tale legge a 600 mila euro, si sia ridotto il finanziamento".

"Grazie all'insensibilità di questa maggioranza - aggiunge Pelusi - non è stato approvato l'emendamento relativo all'anno 2018 presentato dall'opposizione, che prevedeva un finanziamento di 2 milioni di euro. È evidente che c'è necessita di raccogliere consensi, non importa di risparmiare ottimizzando i servizi".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui