• Abruzzoweb sponsor

NATALE: CORSA AI REGALI DELL'ULTIMO MINUTO,
PREVISTA SPESA DI OLTRE 170 EURO A PERSONA

Pubblicazione: 24 dicembre 2018 alle ore 08:00

di

L’AQUILA - Sotto l’albero di Natale gli abruzzesi troveranno smartphone di ultima generazione, auricolari wireless, scarpe, borse e vestiti alla moda, ma soprattutto giocattoli per i più piccoli, per una spesa totale di 170 euro a persona.

Si tratta di una spesa in linea con lo scorso anno che svilupperà consumi per 100 miliardi di euro a cui contribuiscono i 27 miliardi di euro delle tredicesime. A fare regali sarà l'86,3 per cento (86,1 per cento nel 2017) e fra questi il 44,8 per cento ritiene che fare regali sia una spesa piacevole.

Sono queste le stime della Confcommercio per le imminenti festività natalizie.

L’Abruzzo segue il trend nazionale: quest’anno la spesa media degli italiani per i regali di Natale sarà pari a 171 euro a persona, in lieve aumento rispetto ai 168 dello scorso anno, ma ben lontana dai 243 euro del 2009, secondo quanto emerge dal rapporto “Consumi di dicembre e previsioni di spesa per Natale” dell’associazione di categoria.

I dati relativi alla spesa pro capite prevista sono perfettamente allineati nelle quattro province della regione, come conferma ad AbruzzoWeb Roberto Donatelli, presidente della Confcommercio L'Aquila, che aggiunge: “I settori in cui si spenderà di più sono quello dell’elettronica, dell’abbigliamento, delle calzature e degli accessori, ma a far alzare l’asticella, come ogni Natale, saranno ovviamente i giocattoli per i più piccoli”.

 “In un momento di forte crisi in tutti i settori dell’economia, non possiamo che sperare in questi ultimi giorni del 2018 che garantiscono in media il 20 per cento degli incassi annui -  spiega Donatelli - Il boom ci sarà proprio in questi ultimi giorni pre-natalizi, ma molto dipenderà anche dalle condizioni meteorologiche e da una serie di altri fattori, che ad oggi rappresentano ancora un’incognita”. 

La difficoltà e il fatto che i cittadini siano sempre più attenti a quanto spendono per i regali di Natale “sono criticità che vanno ascritte alla mancanza di lavoro: in questo periodo dell’anno si spende di più perché arriva la tredicesima, ma con le aziende che chiudono, gli stipendi pagati in ritardo, quando vengono pagati, e il clima di incertezza generale, si creano dei danni enormi all’intero sistema economico. Non è facile oggi passare un Natale felice”, sottolinea Donatelli.

Un altro ostacolo per lo sviluppo del commercio e dell’artigianato regionale è rappresentato dal più grande negozio del mondo: il web.

“La concorrenza con i siti non è facile da reggere, molte aziende tendono all'innovazione, cercando di lanciarsi sul web con le vendite on-line, ma non tutti riescono a stare al passo con ‘le grandi’ e purtroppo spesso sono costretti a chiudere. Per il futuro - conclude il presidente di Confcommercio L’Aquila - mi auguro che tutti, anche le realtà più piccole, riescano a farsi spazio e a non restare indietro in questo sistema di evoluzione continua”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui