NUOTO PER SALVAMENTO: L'AQUILANO RICCARDO OLIVIERI PRONTO PER GLI EUROPEI, ''SODDISFAZIONE IMMENSA''

Pubblicazione: 02 settembre 2018 alle ore 09:00

Riccardo Olivieri
di

L'AQUILA - "Un traguardo impensabile fino a qualche tempo fa, un premio all'impegno speso in tutti questi anni, che ha riacceso un nuovo entusiasmo: con questo spirito partirò cercando di portare a casa un bel risultato".

L'atleta aquilano Riccardo Olivieri, campione italiano di nuoto per salvamento si racconta ad AbruzzoWeb in vista dei Campionati Europei Juniores che si svolgeranno dall'11 al 18 settembre a Limerick, in Irlanda.

Nella intervista il 17enne ammette che lo sport lo ha aiutato ad affrontare le difficoltà del post terremoto, tragedia che ha vissuto all'età di 9 anni. Olivieri, portacolori della 99 Sport L’Aquila, allenato dal tecnico federale Davide Ferrauto, è stato convocato dal responsabile tecnico della Nazionale Italiana giovanile, Antonello Cano, dopo l'oro nei 400 metri ai Campionati italiani di Riccione.

Oltre ad Olivieri la Nazionale italiana giovanile ha convocato altri due abruzzesi, sempre classe 2000, della Interamnia Fitness, i teramani Giulia Calistri e Emanuele Mattei.

"Mi sono sempre allenato con l'obiettivo di vincere i Campionati italiani - spiega Olivieri - e quando sono riuscito nel mio intento, mano a mano che miglioravano le prestazioni, ho cominciato a sperare di poter superare traguardi sempre più alti. La convocazione agli europei è avvenuta in questo frangente: una soddisfazione che non riesco a descrivere".

Olivieri ha cominciato ad allenarsi all'età di 10 anni, ad un anno dal terremoto del 6 aprile 2009. "Ho visto cambiare la mia città dall'oggi al domani e, come tutti quelli che si sono trovati nella stessa situazione, è un qualcosa che mi porterò dentro per sempre. Lo sport mi ha aiutato molto a superare quel tragico periodo: mi sono buttato a capofitto negli allenamenti, il che mi ha consentito di affrontare più serenamente, per quanto possibile, le sfide quotidiane in un contesto così difficile. Un'esperienza che mi ha fatto crescere tanto anche a livello sportivo".

Una passione, quella per il nuoto, ereditata dal papà Giulio che da ragazzo ha praticato questo sport a livello agonistico e che ha cercato di trasmettere lo stesso amore al figlio, accompagnandolo in piscina. "All'inizio non ero così convinto - ammette Olivieri - ma oggi lo ringrazio".

E alle soddisfazioni personali si aggiungono quelle per la rinascità dell'Aquila. "Ora, dopo tanto, si cominciano ad avvertire nuovi segnali di ripresa, dalla ricostruzione ai ragazzi che tornano ad incontrarsi per le strade del centro e questo per chi come me è praticamente cresciuto in una città-cantiere, significa tanto. E vedere le strade gremite di persone, come è successo durante i giorni della Perdonanza, fa sperare in un futuro migliore".

Anche se, come precisa il giovane atleta, che frequenterà l'ultimo anno del liceo Classico, "noi studenti del Cotugno viviamo ancora il disagio legato all'inagibilità dell'edificio, con sedi dislocate un po' ovunque".

Olivieri si allena tutti i giorni nella piscina Verdeacqua, anche a tre volte al giorno e in media, spiega, ogni allenamento dura circa due ore. Uno sforzo ancora maggiore è necessario durante il periodo scolastico: "devo alzarmi la mattina molto presto per cominciare gli allenamenti alle 6.30, prima di andare a scuola".

E nel frattempo pensa già all'Università. "E' inevitabile - dice - visto che ho deciso di studiare Medicina e quindi mi sto già preparando per i test di ammissione. Preferirerei studiare all'Aquila o comunque nelle immediate vicinanze, al massimo a Roma. Proprio perché così potrei continuare il bellissimo percorso partito dalla mia città". In questo senso il giovane ha scelto di ripercorre una carriera simile alla mamma Rosita Manetta, sua prima tifosa, radiologa presso l'ospedale San Salvatore.

Intanto per il giovane atleta è il momento di prepare le valigie. "Partirò il 9 settembre e mi auguro di tornare a casa con un bel risultato che renda L'Aquila orgogliosa".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui