L'INIZIATIVA PRESENTATA DAL MINISTRO ROBERTA PINOTTI, ''OPERATIVO
ENTRO UN ANNO, DOTATO DI MEZZI ADEGUATI PER EMERGENZA SISMA E NEVE

NUOVO BATTAGLIONE ORTA A L'AQUILA: PRONTI
300 UOMINI IN CASO DI CALAMITA' NATURALI

Pubblicazione: 29 maggio 2017 alle ore 17:33

L'AQUILA - Un battaglione dell'Esercito italiano di stanza all'Aquila, specializzato in interventi su calamità naturali, in particolare nelle emergenze sismiche e atmosferiche, da insediare nella caserma Pasquali-Campomizzi, composto da circa 300 uomini che saranno selezionati e formati e dotati di mezzi all'avanguardia.

È il progetto denominato Orta, presentato nel pomeriggio, che prevede l'ampliamento con questa nuova specializzazione del Nono battaglione Alpini che già ha sede nel capoluogo abruzzese.

La cerimonia si è svolta alla presenza, tra le altre autorità, del ministro della Difesa Roberta Pinotti, dei capi di stato maggiore dell'Esercito, generale Danilo Errico, e della Difesa, generale Claudio Graziano. "Orta" farà parte del nono reggimento affidato al comando dell'ufficiale Fulvio Menegazzo ed entrerà in piena operatività entro un anno.

Presenti anche il sindaco uscente dell'Aquila, Massimo Cialente, il vice presidente della Regione, Giovanni Lolli, il presidente emerito del Senato, Franco Marini, l'arcivescovo metropolita dell'Aquila, monsignor Giuseppe Petrocchi.

"Si tratta di un nuovo battaglione degli alpini, in passato sono stati fatti molti tagli, ora cerchiamo di razionalizzare ma anche di incrementare dove ci sono delle necessità - ha spiegato la Pinotti - Per la prima volta con l'istituzione di questo battaglione invertiamo una tendenza. Lo facciamo perché serve nelle nostre missioni principali, per la difesa della Patria. Avere delle capacità del Genio alpino permette di proiettarci nei teatri stranieri anche con più facilità, ma ci serve perché anche l'utilizzo duale insieme alla Protezione civile è una necessità, sulla quale dobbiamo essere sempre pronti".

Il ministro ha poi sottolineato che "sarà incrementato notevolmente il parco mezzi e quindi questo è l'altro aspetto importante perché, trattandosi di Genio alpino con delle competenze specifiche, consente di operare in moltissime situazioni di possibili calamità, oltre che di proiezioni in altre situazioni di altri teatri".

Durante il suo intervento nel corso della cerimonia, la Pinotti ha spiegato che "l'Abruzzo e L'Aquila hanno un profondo legame con il corpo degli Alpini, il territorio ha vissuto con dispiacere la riduzione delle forze armate, ora, dopo molti anni, invertiamo la tendenza, scegliendo proprio L'Aquila per ospitare il nuovo battaglione".

"Le emergenze - ha spiegato poi il generale Errico nel corso del suo intervento - hanno reso necessario rendere permanente la capacità operativa dell' esercito in questa parte del territorio a forte rischio sismico. La soluzione individuata è stata quella di un battaglione multifunzionale e con capacità specialistiche, a esso si affiancherà un'ulteriore compagnia di fucilieri che andrà a incrementare la componente di manovra del nono reggimento".

Secondo l'alto ufficiale, "questo provvedimento permetterà di assicurare quell'expertise e quelle risorse idonee per il supporto generale come per esempio il rifornimento idrico, la produzione e la distribuzione di energia, la costruzione, riparazione e mantenimento di strade, ponti e strutture alloggiative, quanto quelle connesse alla mobilità in particolare in ambiente innevato. Operando ovviamente nel contesto del sistema della Protezione civile".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE


ACCADEMIA DELLE SCIENZE D’ABRUZZO, EVENTO A MONTESILVANO
SU AMBIENTE, SALUTE E MONDO PRODUTTIVO

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui