Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

NUOVO OSPEDALE CHIETI: LA CGIL ESPLODE,
''PORTA UN DISASTRO NEI CONTI PUBBLICI''

Pubblicazione: 15 marzo 2017 alle ore 20:07

L’AQUILA - “La Cgil Abruzzo è assolutamente contraria al project financing presentato per la realizzazione del nuovo ospedale di Chieti”.

Lo scrive in una nota Carmine Ranieri, della segreteria regionale del sindacato, contestando il nuovo progetto da 225 milioni di euro per una struttura nuova da 500 posti letto, realizzata da privati, che si rivarranno con una gestione trentennale dei servizi, al posto dell’attuale, che ha gravi carenze strutturali e di sicurezza sismica, come da proposta del colosso edilizio Maltauro.

“Certo la realizzazione del nuovo ospedale è necessaria, ma lo strumento utilizzato non è quello giusto - sbotta la Cgil - Già nelle regioni dove la tecnica del project financing è stata più utilizzata per la costruzione di nuovi ospedali si è registrato un disastro dei conti pubblici, con la realizzazione di opere che sono costate molto di più del previsto, un fenomeno rilevato anche dalla Corte dei Conti”.

Secondo Ranieri, “in Abruzzo il fenomeno assume un profilo che ci lascia molte perplessità, anche alla luce della decisione della Regione di avocare a sé la competenza sul progetto. Innanzitutto perché, dalle notizie assunte, la Asl avrebbe già diverse volte evidenziato criticità importanti del progetto - ricorda - Alla luce di ciò, ci si domanda quindi perché cambiare la commissione tecnica dopo che ha già iniziato a esaminare il progetto, del quale avrebbe già rilevato alcune criticità. Piccolo particolare: le commissioni tecniche servono proprio per verificare se un progetto è conforme alle norme vigenti, e se con esso si persegue l'interesse pubblico”.

“La procedura lascia aperte molte domande e i dubbi sono tanti: dal rischio di impresa che sarebbe scaricato sul committente pubblico, ai costi di gestione dei servizi da parte del privato notevolmente superiori a quelli attuali - conclude Ranieri -Sembra che si voglia proprio insistere ad approvare un progetto che fa acqua da tutte le parti e nel tappare le falle si continua a perdere tempo prezioso. Si rischia che tale operazione sottrarrà risorse, per i prossimi decenni, alla spesa pubblica per la salute in un tempo in cui, come ben sappiamo, le risorse a disposizione sono sempre più scarse”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

Messaggio elettorale a pagamento
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui