• Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento

PATRIMONIO DELL'UNESCO:
LA PERDONANZA CI RIPROVA
INSIEME AL TARTUFO DI NORCIA

Pubblicazione: 27 marzo 2017 alle ore 11:46

L'AQUILA - La Commissione italiana per l'Unesco, all'unanimità, candida per il 2018 la Perdonanza Celestiniana, primo giubileo della Cristianità che si tiene ogni anno a L'Aquila, a entrare nella lista dei Patrimoni Immateriali Unesco e per il 2019 schiera già la cultura del tartufo.

A confermarlo ad AbruzzoWeb è il sindaco del capoluogo, Massimo Cialente, che dopo le bocciature del passato si sbilancia anche in una previsione: "Siamo in campo e stavolta crediamo proprio che sarà il nostro turno".

La Perdonanza era già stata candidata nel 2015 e poi ancora nel 2016, quando fu scartata a favore dell'"Arte dei pizzaiuoli napoletani", tuttora in corsa, "ma è legata anche ad aspetti economici", obietta il primo cittadino.

Quanto al tartufo, la comunità di Norcia (Perugia), colpita dal sisma del Centro Italia, si è fatta promotore della candidatura e la Commissione, nell'inviare il dossier a Parigi, ha dato mandato ai ministeri dei Beni Culturali e delle Politiche agricole di sottolineare la rilevanza della vocazione agricola nei territori colpiti dal terremoto e la tradizione del tartufo.

L'esito di questa valutazione, precisa all'Ansa l'esperto legale e curatore del dossier di candidatura Pier Luigi Petrillo, sarà noto a ottobre prossimo, mentre dal 4 all'8 dicembre 2017, a Seul in Corea del Sud, si saprà se la pizza entrerà ufficialmente nella prestigiosa lista Unesco.

Oggi intanto la Commissione italiana per l'Unesco ha ricandidato la "Perdonanza Celestiniana", e la valutazione di questo dossier prenderà il via a Parigi quest'anno, per concludersi nel 2018.

Da oggi, inoltre, con il voto unanime della Commissione su ""La cultura del tartufo", è stata ipotecata la candidatura italiana 2018, con valutazione nell'anno successivo, il 2019.

"Un atto di attenzione che tiene conto dell'importanza della vocazione rurale e culturale dei territori del Centro Italia colpiti dal terremoto, e che vedrà impegnati in una lavoro congiunto Mibact e Mipaaf, col contributo delle comunità interessate". (alb.or.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

ALTRE NOTIZIE

  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
  • Abruzzoweb sponsor
  • Abruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
    Abruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsorAbruzzoweb sponsor
Messaggio elettorale a pagamento
 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2017 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui